L’ABRUZZO HA 8 NUOVI ACCOMPAGNATORI TURISTICI GRAZIE ALLA POLITECNICA DELL’AQUILA


L’AQUILA – L’Abruzzo ha nuovi accompagnatori turistici: si è concluso infatti la scorsa settimana il secondo corso della Politecnica Formazione accreditato dalla Regione Abruzzo.

Partito in presenza a ottobre 2019, il percorso formativo è poi proseguito in modalità on-line causa Covid-19, concludendosi dopo quattordici mesi il 21 dicembre 2020.

Nonostante le difficoltà gli aspiranti accompagnatori turistici hanno presentato in dad proposte turistiche molto accattivanti, soprattutto in un’ottica di turismo esperienziale, alla commissione composta dai membri esterni Stefania Ciccone (presidente), Alessia Montanaro, Rita Rossi, Maurizio Panepucci e dai membri interni Angela Ciano e Domenico Macallini.

Accattivanti e subito applicabili le proposte “L’Aquila – Musica & Solidarietà”, “Gran Sasso Esperienziale”, “Abruzzo da Scoprire”, “L’Abruzzo della Transumanza”, “Un territorio di Confine”, “Sui Passi di Celestino”, “L’Alta Valle dell’Aterno tra Castelli, Palazzi, Chiese” e la promozione della città di Celano.

I neo accompagnatori turistici Elena Brizzi, Teresa Firmi, Alessia Lombardo, Pierluigi Morgante, Joanna Ruth Griffith Jones, Sandra Iacone, Arianna Serafini e Giulia Tudico, verranno proclamati ufficialmente in presenza appena le regole di contenimento del Covid lo permetteranno.

I ragazzi, che si sono trovati assieme agli insegnanti a studiare e valutare i risvolti che ha portato e porterà il Covid in un settore messo a dura prova dalla pandemia, in estate hanno svolto i tirocini hanno contributo notevolmente alla loro preparazione.

Soddisfatta la direttrice della Politecnica Formazione Mara Laglia, che ha tenuto a precisare come la qualità dei docenti influisca notevolmente sulla preparazione degli allievi.

“Abbiamo un corpo docenti di qualità ed eterogeneo, ognuno professionista nel proprio campo, pronto a fornire le giuste competenze a chi si appresta ad intraprendere questa professione o è già un attore turistico – afferma – la figura di accompagnatore turistico è sempre più richiesta in Abruzzo, già le alte percentuali di presenza in estate lo testimoniano. Sicuramente questo settore, superato il Covid, sarà in forte crescita. Bisogna pensare alla prospettiva futura preparandosi oggi. Ci tengo a precisare che la qualità della nostra formazione aumenta corso dopo corso”.

Come accaduto al termine del primo corso con l’ex allievo Andrea Spacca premiato con la docenza in “Inquadramento professionale e marketing turistico”, anche l’allieva Alessia Lombardo a partire dal prossimo gennaio si occuperà dell’insegnamento di “Turismo sportivo e studentesco” per la Politecnica Formazione.

“Percorso lungo e tortuoso causa Covid, ma ne è valsa la pena. Ho avuto una maggiore presa di coscienza del mestiere, al quale già mi ero avvicinata da qualche tempo anche in altre regioni italiane, analizzandolo grazie ai professori da vari punti di vista (artistico, enogastronomico, cinematografico, escursionistico ecc.) – spiega l’ormai ex allieva Alessia Lombardo – sicuramente la didattica a distanza, se da un lato ha tolto il contatto umano a livello fisico, dall’altro ha restituito le potenzialità di interazione digitale con professionisti del settore che ci hanno fornito quel quid che fa la differenza. Anche gli ospiti connessi dall’Italia e dall’Europa hanno reso il tutto più interessante raccontandoci le proprie esperienze. Ringrazio la scuola per la fiducia riposta in me, spero di trasmettere le mie conoscenze e il mio entusiasmo per lo sport e il turismo visto in chiave sportiva”.

“È un’importante esperienza formativa anche per noi insegnanti – spiega la docente di Storia dell’Arte Angela Ciano – ad ogni nuovo corso che finisce miglioriamo il nostro metodo cercando di portare fin da subito l’allievo nella complessità di una professione dalle mille sfaccettature, dove conoscenza delle dinamiche socio economiche e delle attrattive storico, artistiche, paesaggistiche ed etnoantropologiche dei territori sono fondamentali. L’idea poi di arrivare all’esame finale con lavori ‘cantierabili’ è un ottimo punto di partenza per iniziare con il piede giusto questa professione. L’idea condivisa da tutto il corpo docente è quella di formare futuri professionisti capaci di contribuire a mettere in pratica un’ idea di turismo moderno e al passo con i tempi, dando piena operatività ad un settore economico fondamentale anche per la nostra regione”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021