MORTO FEDERICO FIORENZA, UNA VITA SPESA PER IL TEATRO

foto Il Messaggero

L’AQUILA – Se n’è andato Federico Fiorenza, uomo di teatro a lungo ai vertici del Tsa, impresario teatrale, direttore artistico di teatro pubblico e festival, regista e drammaturgo.

Era stato contagiato dal Covid ed era ricoverato all’ospedale dell’Aquila.

Fiorenza nel giugno scorso aveva compiuto 80 anni e un gruppo di amici e storici collaboratori gli aveva organizzato una festa a sorpresa al ristorante Da Maria, a Fonte Cerreto (L’Aquila).

Dopo la lunghissima esperienza professionale, qualche anno fa aveva fondato il Tra, teatri riuniti d’Abruzzo, con cui in modo instancabile portava avanti l’attività svolta per una vita riuscendo dal nulla a mettere su intere stagioni e a organizzare festival che hanno coinvolto l’intera regione, con lo stesso entusiasmo di un ragazzo alla prima avventura.

“Ho appreso con dolore della scomparsa di Federico Fiorenza, personalità eccentrica e dalla grande passione per il teatro”, è il messaggio del sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi. “Fiorenza ha segnato un periodo vivace e intenso della cultura dell’Aquila. Ai familiari, agli amici e a quanti lo conoscevano, il cordoglio della municipalità e mio personale”.

Alla famiglia le condoglianze della redazione di Virtù Quotidiane.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021