ALL’AQUILA TARI DIMEZZATA AI PUBBLICI ESERCIZI, FIPE PLAUDE


L’AQUILA – “Siamo profondamente soddisfatti per l’esito positivo del lungo e costruttivo confronto con l’amministrazione comunale dell’Aquila, ed in particolare con l’assessore alle Attività produttive Raffaele Daniele, che ringraziamo per l’attenzione e la sensibilità dimostrata nei confronti delle problematiche della categoria, accogliendo la nostra richiesta di riduzione della Tari a favore dei pubblici esercizi (ristoranti, pizzerie, pub, ecc..), i quali potranno beneficiare, per l’anno 2021, di un taglio del 50% sulla Tariffa rifiuti, una percentuale di sgravio così elevata che finora nessun altro Comune italiano, a parte il Comune dell’Aquila, ha deliberato (come risulta da apposita nostra verifica)”.

Così in una nota Daniele Stratta, presidente provinciale della Fipe Confcommercio.

“I pubblici esercizi potranno inoltre usufruire della esenzione dalla Tari con riferimento alla occupazione di suolo pubblico per l’installazione di dehor, per le autorizzazioni dei quali il Comune ha riproposto, anche per l’anno corrente, l’iter semplificato, allo scopo di consentire la fruizione di nuovi spazi per la somministrazione in sicurezza”.

“Si tratta”, conclude Stratta, “di un risultato di fondamentale importanza, in un momento di difficoltà estrema per gli operatori del settore, messi finora a dura prova dalle restrizioni legate all’emergenza epidemiologica”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021