CASTEL DI SANGRO E RIVISONDOLI TRA METE PIÙ CARE PER CAPODANNO


L’AQUILA – Rivisondoli e Castel di Sangro (L’Aquila) sono tra le 15 località più costose per i soggiorni a Capodanno tra le mete di montagna dell’arco alpino e di quello appenninico.

Secondo un’analisi di CaseVacanza.it sui prezzi degli affitti brevi per il weekend di Capodanno, se la spesa media in Italia è pari a 30 euro a notte a persona, chi deciderà di trascorrerlo nelle località montane più richieste dovrà mettere in conto una cifra che arriva a superare gli 80 euro.

“Il turismo nelle località di montagna vive un periodo di grande fermento – dichiara in una nota Francesco Lorenzani, amministratore delegato di Feries Srl – e qui i prezzi raggiungono picchi da record rispetto al resto dell’anno. Questo anche a causa di un’offerta di alloggi molto più ridotta che nelle città d’arte, dove i costi invece riescono a mantenersi più stabili in tutte le stagioni”.

I budget più alti per affittare una casa vacanza a Capodanno sono quelli a Livigno, la meta più costosa in assoluto, con una cifra media richiesta di 83 euro a notte a persona, seguita da Selva di Val Gardena e Pré-Saint-Didier, dove si spendono rispettivamente 75 e 70 euro.

Undici delle 15 località più costose per i soggiorni a Capodanno sono mete di montagna dell’arco alpino e di quello appenninico dell’Abruzzo, con Rivisondoli e Castel di Sangro, in provincia de L’Aquila. Molto richiesto anche il lago di Como, dove si registrano costi medi tra i 49 euro di Bellagio e i 58 euro di Como città.

Evergreen è la Costiera Amalfitana: nella top15 delle mete più costose per affittare una casa vacanza a Capodanno compare anche Amalfi, all’undicesimo posto, con una richiesta media di 52 euro a notte a persona. Unica città d’arte in classifica è Venezia, dove per dare il benvenuto al 2018 si spendono mediamente 50 euro a notte a persona.

Per salutare il vecchio anno, però, non sempre è necessario sborsare cifre elevate, esistono anche località low cost in cui gli affitti turistici si mantengono più stabili, complice anche un’offerta di alloggi più elevata. Ne è un esempio Palermo, la meta più economica, in cui affittare una casa vacanza nell’ultimo weekend dell’anno costa mediamente 13 euro a notte a persona.

Per gli amanti del mare, Olbia offre tariffe molto scontate, con una media di 14 euro a notte, seguita da due località marittime della Liguria, ossia Cervo e Loano (15 e 16 euro a persona a notte).

Tra le mete low cost si trovano diverse città d’arte: Pisa, Genova, Torino, Verona, Lucca, Bologna e Roma offrono tariffe che non superano i 21 euro.

LA CLASSIFICA DELLE LOCALITÀ PIÙ CARE

Città Prezzo medio a notte a persona
1 Livigno (SO) € 83
2 Selva di Val Gardena (BZ) € 75
3 Pré-Saint-Didier (AO) € 70
4 Madonna di Campiglio (TN) € 68
5 Breuil-Cervinia (AO) € 65
6 Cortina d’Ampezzo (BL) € 62
7 Como (CO) € 58
8 Bardonecchia (AO) € 57
9 Rivisondoli (AQ) € 55
10 La Salle  (AO) € 53
11 Amalfi (SA) € 52
12 Venezia (VE) € 50
13 Bellagio (CO) € 49
14 Castel di Sangro (AQ) € 48
15 Menaggio (CO) € 46

 

LA CLASSIFICA DELLE LOCALITÀ PIÙ ECONOMICHE

Città Prezzo medio a notte a persona
1 Palermo (PA) € 13
2 Olbia (OT) € 14
3 Cervo (IM) € 15
4 Loano (SV) € 16
5 Pisa (PI) € 17
6 Genova (GE) € 17
7 Alghero (SS) € 17
8 Pesaro (PU) € 16
9 Domodossola (VCO) € 17
10 Torino (TO) € 18
11 Verona (VR) € 18
12 Lucca (LU) € 19
13 Bologna (BO) € 20
14 Rimini (RN) € 20
15 Roma (RM) € 21

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022