COVID: DALLA LITUANIA AIUTI ALL’ITALIA, IL “GRAZIE” DEI SOLISTI AQUILANI


L’AQUILA – Il Festival Internazionale si intitolava “Le strade d’Europa. Lituania-Italia”, promosso dalla Ambasciata della Repubblica di Lituania in Italia e la Filarmonica Nazionale Lituana. Uno degli appuntamenti fece tappa a L’Aquila nel dicembre del 2018, nell’ambito della stagione concertistica dei Solisti Aquilani.

Protagonista della serata il Quartetto d’archi Ciurlionis. E in quella occasione I Solisti Aquilani ricevettero anche la visita dell’ambasciatore Ri?ardas Šlepavi?ius. Gli scambi continuarono con una tournée dei Solisti in Lituania nell’autunno del 2019.

Quelle strade si sono ancora incontrate nel segno della solidarietà, nei giorni scorsi.

La Lituania ha infatti inviato aiuti umanitari all’Italia a cui sono state donate attrezzature mediche ed equipaggiamento protettivo necessario per combattere il virus Covid-19.

“La Lituania sta monitorando con grande ansia e attenzione la situazione in Italia. Un disastro che ci ha colpito tutti inaspettatamente e non tiene conto né della nazionalità, né della religione, né dell’età o dello stato sociale. Pertanto i lituani hanno deciso di mostrare solidarietà ed aiutare gli italiani con dispositivi medici”, ha detto il ministro Linas Linkevi?ius nella lettera inviata al ministro degli Affari Esteri italiano Luigi Di Maio.

Lo ha reso noto ai Solisti Aquilani l’ambasciatore Šlepavi?ius.

“All’ambasciatore e alla Lituania – afferma il direttore artistico Maurizio Cocciolito – va la gratitudine dei Solisti Aquilani e, ovviamente, di tutto il nostro Paese. Nella certezza che torneremo a ripercorrere insieme Le strade dell’Europa nel segno della musica”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.