LA PICCOLA PESCA ARTIGIANALE E LA FILIERA CORTA DEL PESCE A CONVEGNO A SILVI


SILVI – “Comunità piccoli pescatori del Cerrano”. È questo il titolo dell’incontro in programma lunedì 13 luglio, alle 18, a Silvi Alta (Teramo) a cura dell’Area marina protetta Torre del Cerrano, della Comunità Slow Food del Cerrano per la valorizzazione della piccola pesca, nell’ambito del progetto europeo Life Delfi.

L’appuntamento sarà dedicato all’importanza della piccola pesca artigianale, avendo questa un basso impatto sull’ecosistema, alla presentazione della filiera che è stata attivata con i ristoratori del luogo per proporre il pescato locale e alla divulgazione dei progetti europei Life Delfi (Dolphin Experience Lowering Fishing Interactions) e Mpa Network.

Il primo ha come principale obiettivo il ridurre la mortalità dei delfini causata dalle interazioni con le attrezzature di pesca professionale.

Sono coinvolte 8 aree italiane (di cui 4 Amp, tra queste quella Torre del Cerrano) e 2 croate e promuove sistemi volti a limitare il bycatch (ovvero la pesca accidentale) e mira alla sostituzione delle attrezzature di pesca con altre meno impattanti.

Con il Progetto Mpa Network, invece, l’associazione delle Amp mediterranee (MedPAN) punta a rafforzare e capitalizzare conoscenze e capacità per una corretta e sostenibile gestione della pesca su piccola scala.

Grazie all’esperienza condivisa tra gestori di Amp attive e collegate, vengono fornite ai portatori di interesse le soluzioni più efficaci in termini di sostenibilità in modo che le risorse ecosistemiche del Mediterraneo perdurino nel tempo.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco di Silvi Andrea Scordella, del presidente Coges Amp Torre del Cerrano, nonché sindaco di Pineto, Robert Verrocchio, e del presidente dell’Amp Torre del Cerrano, Leone Cantarini, interverranno Sergio Guccione il quale illustrerà i progetti Amp Delfi e Mpa network; il presidente del Flag Costa Blu, Nino Bertoni, il Portavoce Slow Food Abruzzo-Molise, Eliodoro D’Orazio, il portavoce Slow Food Puglia, coordinatore del progetto Cap Salerno, Marcello Longo e Vincenzo Olivieri del Centro Studi Cetacei “Luigi Cagnolaro” di Pescara.

Prenderà poi la parola Guido Capanna Piscé che evidenzierà il rapporto della comunità dei pescatori con la Cets (Carta Europea del Turismo Sostenibile), rinnovata da EuroParc all’Amp Torre del Cerrano per il quinquennio 2019-2024; seguiranno gli interventi dei rappresentanti delle associazioni Fratello Mare e Borgo Marinaro.

Le conclusioni sono affidate all’assessore all’Agricoltura e Pesca della Regione Abruzzo, Emanuele Imprudente. Modererà l’incontro la giornalista Evelina Frisa. Al termine ci sarà una degustazione del pescato della piccola pesca artigianale.

L’iniziativa si avvale del patrocinio della Regione Abruzzo, della Provincia di Teramo, dei Comuni di Silvi, Pineto e Atri, del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, di Europarc, Gastronomia Sostenibile tra il Mare e le Terre del Cerrano e realizzata con il contributi dello strumento finanziario Life dell’Ue.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.