LA VITA DEGLI ANZIANI NEI PICCOLI CENTRI, CONVEGNO A TORNIMPARTE


TORNIMPARTE – Un convengo per analizzare le problematiche degli anziani e approfondire la conoscenza dei servizi socio-sanitari e assistenziali a supporto delle famiglie.

L’evento organizzato con il patrocinio del Comune di Tornimparte (L’Aquila), dall’associazione ANCeSCAO, si terrà domani a partire dalle 9,15 nel teatro comunale di Tornimparte.

Interverranno, per i saluti il sindaco di Tornimparte Giacomo Carnicelli, Martina Pasqualone assessore alle politiche sociali, Marco Giusti sindaco di Scoppito, Gianni Anastasio primo cittadino di Pizzoli e il vice Gabriella Sette, Silvano Cappelli sindaco di San Demetrio Ne’ Vestini, l’assessore alle politiche sociali del comune di L’Aquila Francesco Cristiano Bignotti e l’onorevole Stefania Pezzopane.

Il convegno prevede l’introduzione al progetto “Anziano Fragile: verso un welfare comunitario” a cura di Gianni Dall’Armi, coordinatore ANCeSCAO, una relazione scientifica “Che cos’è l’Alzheimer” curata da Daniela Fiorenzi, neuropsicologa Centro Clinico Creativamente, su le “Malattie neurodegenerative e invecchiamento: tra fragilità.

Occasione terapeutica e sfida scientifica”, sarà il tema introdotto da Giuseppe Meco, già direttore “Centro Parkinson” Policlinico Umberto I, Università La Sapienza di Roma, “Acqua in bocca”, una storia di malattia e sofferenza a causa dell’Alzheimer scritta e recitata da Valter Marcone con la collaborazione di Emanuela Gentilini e la partecipazione de “I Menestrelli Aquilani” (Marcello Lomarco – oboe e Pierluigi – chitarra a 12 corde).

A seguire intervento della neuropsicologa Roberta Bernardi con il tema “Modello d’interventi su bisogni: proposte e prospettive” e dopo le segnalazioni dei partecipanti saranno mostrati “I primi risultati del monitoraggio del progetto “Anziano Fragile” sui servizi socio-sanitari e socio-assistenziali per gli anziani non autosufficienti e Buone pratiche” a cura di Silvio Bonfiglio, rappresentante ANCeSCAO di Age Platform Europe.

Conclusioni di Esarmo Righini, presidente nazionale ANCeSCAO.

Quest’ultima è un’associazione di promozione sociale presente in tutt’Italia con più di 1.400 Centri Sociali e 400.000 soci, è impegnata – in partenariato con Confconsumatori – nella realizzazione di un progetto (“Anziano fragile: verso un welfare comunitario”) co-finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Il convegno, cui parteciperanno numerosi Amministratori locali, rappresentanti istituzionali e ed esperti del settore, servirà anche a delineare il ruolo che le associazioni di promozione sociale potranno svolgere in sinergia con il settore pubblico e quello privato per fronteggiare la sfida demografica che l’Europa e in particolare l’Italia sono chiamati ad affrontare e per migliorare la qualità della vita di coloro che – come spesso succede agli anziani – vivono in condizioni di fragilità sia fisica che psicologica. (red.)