LO STORICO RISTORANTE ERNESTO RIAPRE IN CENTRO


L’AQUILA – Una riapertura in grande stile dopo oltre mezzo secolo di attività ininterrotta. I tavoli dello storico Ristorante Ernesto ritornano in centro storico, al civico 7 di piazza della Repubblica, il quartiere della Prefettura.

“Ce l’hanno chiesto in tanti e la scelta di ritornare a casa, nel cuore della città, era in animo da tempo”, dice a Virtù Quotidiane, Costanza Pietropaoli, alla guida del locale insieme alla sorella Vittoria e al papà Fabrizio Pietropaoli, figlio del fondatore di quello che, in mezzo secolo, sarebbe divenuto un autentico simposio di respiro internazionale, crocevia di personaggi famosi e artisti.

Ernesto Pietropaoli, nel 1968, tornava nel capoluogo d’Abruzzo dopo venti anni trascorsi in Venezuela. Non tutti sanno che la prima vera insegna con il nome del titolare ha preso vita, prima ancora che a L’Aquila, nella città venezuelana di Puerto Ordaz, dove Ernesto era emigrato insieme a sua moglie Maria e aveva avviato un ristorante di cucina italiana. Una storia densa e avvincente che questo giornale ha già raccontato.

Da nove anni il ristorante si trova in via Lussemburgo, a Pettino, in un locale accogliente, colorato e pieno di opere d’arte realizzate da Fabrizio che, oltre alla gestione del ristorante, si diletta nella composizione di quadri raffiguranti volti.

Un classico del menù di Ernesto sono le sagnarelle alla pastora, pasta ammassata acqua e farina, con ricotta, funghi, prosciutto e pecorino. Le ricette sono quelle della tradizione aquilana, da qualche tempo è possibile gustare anche la paella valenciana tramandata direttamente “da nonno Ernesto”, dice la nipote Costanza, “un piatto che eravamo soliti cucinare in famiglia ma che abbiamo voluto aggiungere al menù vista la bontà della ricetta”.

L’apertura il 27 settembre.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021