TORNA IL “ROTOBALLE GOLF TROPHY”, APPUNTAMENTO IMPERDIBILE SULL’ALTOPIANO DELLE ROCCHE


ROCCA DI MEZZO – È tutto pronto per l’ottava edizione del Rotoballe Golf Trophy, prevista per il 12 agosto nello splendido contesto naturalistico sull’Altopiano delle Rocche.

Si tratta di un pianoro di 60 km quadrati a 1350 metri tra i Monti Velino e Sirente, facilmente raggiungibile sia se si proviene da Roma sia dalla costa Adriatica.

Durante il periodo invernale è meta immancabile per gli sportivi che praticano lo sci alpino e lo sci nordico ma è con l’arrivo della stagione estiva che la zona si trasforma per accogliere turisti e appassionati di golf.

Il Rotoballe Golf Trophy è un evento più unico che raro, nato nel 2012 da un’idea di Alessandro Beccarini, Fausto D’Amico, Amedeo Spaziani e Federico Gialloreti, tutti uniti dall’amore per il golf.

Inoltre, fanno parte integrante dell’organizzazione Luigi Venanzi, Stefano Dello Strologo, Salvatore Cordi e Marco Ponti.

Non si devono immaginare eleganti prati all’inglese, bensì una distesa di campi di grano. Dopo aver falciato il fieno nei mesi di luglio e agosto, sui prati rimangono ad asciugare centinaia di rotoballe che da spettatrici immobili della natura divengono protagoniste.

La particolarità di questo originalissimo sport consiste nel giocare utilizzando proprio la rotoballa al posto del green e della buca.

Il percorso in questione prevede 9 rotoballe posizionate su una superficie di 2.700 metri totali. È presente, inoltre, un Campo pratica e relativa Club House.

Sulle prime sembrerebbe un gioco da ragazzi urtare la rotoballa con il minor numero di colpi possibile, ma il grado di difficoltà è dato dal fatto che la pallina, oltre ad arrivare a toccarla, deve rimanere entro un’area circoscritta, pena la necessità di ulteriori colpi affinché la buca possa considerarsi chiusa.

La novità di quest’anno sta nella presenza di 18 ragazzi e ragazze posizionati lungo il percorso, che marcheranno le palline giocate.

L’edizione 2020 si prevede quanto mai interessante con una partecipazione qualificata ed entusiasta. E anche stavolta il premio più ambito sarà mettere in campo le proprie capacità su un terreno completamente naturale per godere di una esperienza unica nel suo genere. Giorgia Roca

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.