UN WEEKEND TRA MERCATINI DI NATALE, NATURA E TRADIZIONI NEI BORGHI DELL’AQUILANO


SANTO STEFANO DI SESSANIO – Arriva il freddo e con esso le novità invernali delle associazioni “I Viaggiatori nel Parco” e “33Trek”, che tornano operative nell’ambito del progetto “Si fa il cammino con l’andare”, con un evento tutto natalizio.

Nel weekend del 30 novembre e del 1 dicembre andrà infatti in scena “Natale, mercatini, arrosticini tra le più belle Rocche Abruzzesi”, una due giorni di cammino tra la natura, le tradizioni e l’arte degli altopiani aquilani.

Si partirà il sabato, dalle 10 in poi, con una passeggiata alla volta del borgo di Tussio.

“Un luogo magico, disperso su montagne stupende –  si legge sulla pagina Facebook dell’evento –, un paesino che già di per sé pare un piccolo presepe e che troveremo agghindato a festa”.

Proprio il 30 novembre, verrà  infatti organizzato “Natale nel Borgo di Tussio”, il mercatino che da anni anima le antiche vie del piccolo centro nelle giornate a ridosso delle festività invernali.

Una passeggiata tra spacci di  prodotti artigianali ed enogastronomici, ma anche mostre, presepi e tradizioni etnografiche che proseguirà poi sul sentiero che, tra i resti di antiche civiltà e vallate mozzafiato, collega Tussio al paese di Bominaco.

Lì è inoltre prevista una visita guidata all’interno dell’impianto monastico benedettino, risalente all’anno mille, che comprende la chiesa di Santa Maria Assunta e l’oratorio di San Pellegrino.

Si partirà poi alla volta dell’Eremo di San Michele, attraverso i ruderi dell’antico castello che da secoli domina il borgo. A fine serata, cena a base di arrosticini e di altri prodotti tipici dell’Aquilano.

La seconda giornata, in programma per il primo dicembre, prenderà invece il via con un cammino sul sentiero che unisce Calascio al paese di Castel del Monte. L’Itinerario si svilupperà nella porzione di territorio del versante meridionale del Gran Sasso che, secoli fa, assistette alla nascita dei borghi fortificati d’altura del distretto della Baronia di Carapelle.

Il cammino, anch’esso facile e adatto a tutti, avrà inizio tra le vie di Calascio. Dopo la visita al famoso castello si partirà in direzione di Castel del Monte, attraversando i resti di insediamenti umani risalenti a circa tremila anni fa e che, intorno all’anno mille, si spostarono nella parte più alta della piana per costituire il nucleo originario del borgo fortificato di Castellum de Monte.

La giornata si concluderà con una passeggiata tra le piazzette, gli sporti e le stradine del centro storico, intrise ancora oggi delle tradizioni etniche ed enogastronomiche locali.

Progetto turistico che nasce con l’idea di combinare natura, sport e patrimonio artistico in un’ottica di valorizzazione delle antiche tradizioni locali, “Si fa il cammino con l’andare” preseguirà con i suoi eventi anche nel corso dei prossimi mesi, attraverso passeggiate, escursioni e visite guidate a sfondo storico, culturale ed enogastronomico.

Per tutte le informazioni dettagliate, sui costi sulle iniziative in programma per il prossimo fine settimana, basta contattare le associazioni “I viaggiatori nel Parco” e “33trek”, oppure cliccare direttamente sulla pagina Facebook del progetto. (m.s.)