UNA MULTISALA ALL’EX CINEMA MASSIMO DELL’AQUILA


L’AQUILA – Quattro sale al posto dell’unica pre-terremoto e un’ampia offerta culturale in pieno centro storico dell’Aquila. Questi gli elementi principali del progetto di fattibilità economica tecnica ed economica per il recupero del cinema Massimo, approvato dalla giunta comunale.

L’intervento prevede, oltre al completamento del consolidamento degli elementi strutturali esistenti, la ristrutturazione completa della sala storica da 348 posti (280 la platea, 88 la galleria) e la realizzazione di ulteriori tre sale, due per le proiezioni cinematografiche, da 72 posti ciascuna, e una da 64 posti per rappresentazioni teatrali ed altri tipi di spettacoli. La biglietteria resterà unica e l’ingresso sarà sempre da corso Federico II.

“Le sale avranno un’attrezzatura tecnologica e digitale di prim’ordine e le sedie e gli arredi saranno di pregio – hanno spiegato il sindaco Pierluigi Biondi e l’assessore alla Ricostruzione pubblica, il vicesindaco Raffaele Daniele – La città potrà disporre di una vera e propria multisala, con più proiezioni e un locale riservato ad altre iniziative. In pratica un vero e proprio contenitore culturale in centro storico, per recuperare uno spazio importantissimo di cui la città ha davvero bisogno, considerando inoltre che il Massimo sarà dotato anche di servizi complementari”.

Per la realizzazione del progetto, il Comune, proprietario dell’immobile, ha stanziato 4 milioni e 254mila euro, finanziati con le delibere Cipe 48 del 2016 e 24 del 2018.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021