UNESCO, ALL’UNIVERSITÀ DI MILANO PRIMA CATTEDRA SUL DIRITTO DI ACCESSO AL CIBO


MILANO – L’Unesco ha scelto l’Università degli studi di Milano per l’istituzione della cattedra “Food: access and law”.

La cattedra, che sarà attivata nell’ambito del nuovo Corso di perfezionamento in “L’alimentazione tra salute, diritto e mercato”, coordinato da Pier Filippo Giuggioli, verrà affidata a Livia Pomodoro, già presidente del Tribunale di Milano e presidente del Milan Center for Food, Law and Policy.

Tra gli obiettivi della cattedra rientra lo studio delle implicazioni sociologiche del diritto al cibo, anche con riferimento al rapporto tra nutrizione e regolamentazione dei processi migratori.

Commenta Gianluca Vago, rettore della Statale di Milano: “L’istituzione della cattedra premia l’impegno dell’Ateneo sui temi fondamentali legati al cibo, confermandone il ruolo di laboratorio di idee sullo sviluppo sostenibile e sulla biodiversità”.

“L’assegnazione della Cattedra Unesco – aggiunge Pier Filippo Giuggioli – è un ulteriore riconoscimento dell’eccellenza della ricerca del nostro Ateneo nell’ambito della nutrizione e dello sviluppo sostenibile. Un ringraziamento particolare va all’ambasciatore Vincenza Lomonaco, rappresentante permanente presso la nostra Delegazione all’Unesco, per il significativo supporto e l’impegno profuso su una tematica tanto importante”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022