ARSITA, REMO RAPINO A “UNA VALLE CHE LEGGE”


ARSITA – Lo scrittore abruzzese Remo Rapino vincitore del Premio Campiello 2020 con Vita, morte e miracoli di Bonfiglio Liborio (Minimum Fax) sarà il protagonista, il 18 settembre 2021 alle 18, ad Arsita (Teramo) del quarto appuntamento della terza edizione della rassegna ‘Una valle che legge’ a cura dell’Associazione Altofino presieduta da Caterina Cacciatore.

Dopo gli incontri con Franco Arminio, Annalisa De Simone e con Valerio Valentini si prosegue con Rapino il quale converserà con la giornalista Evelina Frisa nel centro storico di Arsita. L’iniziativa si avvale del patrocinio dei Comuni della Valfino (Arsita, Bisenti, Castiglione Messer Raimondo, Montefino, Castilenti e Elice), dell’Istituto Comprensivo “Valle del Fino” e del Parco Nazionale Gran Sasso e Monti della Laga.

La rassegna si concluderà il 24 settembre con la scrittrice di origini arsitane Donatella Di Pietrantonio la quale presenterà Borgo Sud, secondo classificato al Premio Strega 2021. Tutti gli incontri si svolgono nel pieno rispetto delle normative anti contagio da Covid-19.

Per informazioni associazionealtofino@gmail.com.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021