IL POLO MUSEALE DELL’ABRUZZO ALLA BORSA MEDITERRANEA DEL TURISMO ARCHEOLOGICO DI PAESTUM


L’AQUILA – Stanno scadendo i primi incarichi sottoscritti dai concorrenti selezionati per il bando L’Aquila città d’arte maturato all’interno dell’accordo fra il Ministero dei beni culturali e il Comune dell’Aquila per il decennale del sisma. Ma la formazione sul campo e l’impegno proseguono.

È, infatti, grazie alla disponibilità volontaria di due laureate, Antonella Iuzzolino e Nicolina Picone, che il Polo museale dell’Abruzzo ha potuto avere un proprio corner nello stand del Mibact alla XXII edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum.

Grande la soddisfazione di Lucia Arbace per questa partecipazione alla vetrina internazionale in cui viene promosso il grande patrimonio archeologico dell’Abruzzo: dalla collezione Torlonia ai reperti del paleolitico ai capolavori dei musei di Chieti ai ritrovamenti dei centri italici nella conca aquilana.

“Una ulteriore testimonianza del Progetto L’Aquila città d’arte”, afferma Lucia Arbace, “e dell’ energie impiegate con passione a beneficio dell’articolato mondo dei beni culturali”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.