LEONARDO FILM FESTIVAL DECRETA I CORTI VINCITORI, MILLE STUDENTI COINVOLTI


TERNI – Si è conclusa domenica sera presso il Cinema Politeama di Terni la prima edizione del Leonardo Film Festival, il festival tematico organizzato con il contributo del Miur e all’interno delle attività Restart del L’Aquila Film Festival in collaborazione con il Terni Film Festival Popoli e Religioni, il Gran Sasso Science Institute, i Laboratori Nazionali del Gran Sasso, il Teatro Stabile d’Abruzzo, il Dipartimento di Scienze Umane dell’Aquila, la Film Commission d’Abruzzo e l’associazione culturale Blumagma.

La giornata conclusiva del 28 maggio – informa una nota – ha rappresentato una vera e propria fusione dei due festival grazie alla sinergia dei programmi dei due festival che hanno proposto al pubblico presente in sala e in streaming una scaletta ritmata e di grande interesse sui temi della robotica e dell’intelligenza artificiale e con ospiti e premiazioni.

La giuria del Leonardo Film Festival, composta dai ragazzi degli istituti Giambattista Vico di Sulmona e Amedeo D’Aosta dell’Aquila (Alessandro Del Boccio, Benedetta De Agostinis, Giorgia Faiella, Teresa Campagna per il Vico, Anita Botta, Arianna Pompili, Claudia Vettorello, Fabiola Fiordigigli, Luca Chiappini, Matteo Riccitelli, Giorgia Travaglia per il D’Aosta, coordinati dalle docenti Grazia Giancola e Francesca Giandomenico) e presieduta dal regista Felice Farina, ha premiato i due cortometraggi vincitori del concorso: il primo posto è andato all’animazione francese Les pionniers de l’univers dei registi C. Courbin, B. Bernon, A. Rege, J. Van Beneden, M. Guevel; il secondo posto è stato assegnato a KRIM, cortometraggio transumanista del regista austriaco Manuel Hüttner.

La giuria del Terni Film Festival ha invece premiato Luca Cerasola per il film Earthling – Terrestre, con Luca Parmitano, Giancarlo Gianni, Maria Grazie Cucinotta e Jovanotti, e la splendida Giorgia Giurina come miglior attrice per il cortometraggio Neo Kosmo di Adelmo Togliani.

La Giurina e Cerasola sono stati protagonisti dei tanti interventi proposti nel corso della lunga giornata di festival insieme al regista Adelmo Togliani, al professore Pierluigi Crescenzi del Gran Sasso Science Institute, a David Zed con il suo RobotShow, agli ingegneri Daniele Casali e Cesare Pizzuto e ai direttori artistici Arnaldo Casali e Federico Vittorini e, soprattutto, a Maria Grazia Cucinotta e Luca Parmitano intervenuti in video collegamento.

Termina, dunque, una prima edizione del Leonardo Film Festival che, grazie alla sua formula mista di eventi in presenza e a distanza, ha saputo coinvolgere oltre mille studenti degli istituti di L’Aquila, Avezzano, Sulmona, Pescara e Terni con spettacoli, attività e laboratori e il pubblico di L’Aquila e Terni con proiezioni, spettacoli e incontri con artisti, docenti, registi, protagonisti della cultura e della scienza.

Da questo link è possibile scaricare qualche fotografia:
https://we.tl/t-ZMKaauaddX
https://we.tl/t-VSuWHiAyo4

 

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021