QUARANT’ANNI DI CINEMA PER L’ISTITUTO “LANTERNA MAGICA” DELL’AQUILA

lanternamagica

L’AQUILA – Ha spento quaranta candeline l’Istituto Cinematografico dell’Aquila “La Lanterna Magica”, storica istituzione cittadina, punto di riferimento per la settima arte.

Oggi al MuMAC, Museo dei Mestieri e delle Arti del Cinema, Complesso Ursini, sono state presentate le prospettive future dell’Istituzione, alla presenza della prof.ssa Paola Cipriani, presidente onorario dell’Istituto, e di Corrado Camilli.

Stefano Masi, giornalista, scrittore, critico cinematografico e storico amico e sostenitore de La Lanterna Magica, ha moderato l’incontro creando un trait d’union tra la quarantennale attività svolta dall’Istituzione e i nuovi progetti futuri.

La mission dell’Istituto – si ricorda in una nota – è di tutelare, conservare e valorizzare il Centro Archivio Cinematografico, un prezioso patrimonio accumulato nel corso degli anni ed in continua crescita grazie a donazioni di collezioni private e nuove acquisizioni. Nel 2018 la Sovrintendenza Archivistica con Decreto del Ministero della Cultura dichiara il Centro Archivio Cinematografico di interesse culturale particolarmente rilevante apponendo il vincolo di tutela.

Oggi il patrimonio viene fruito a livello internazionale in virtù di importanti collaborazioni, ma anche attraverso il MuMAC, Museo dei Mestieri e delle Arti del Cinema, un luogo magico ed affascinante per tutti coloro che vogliano avvicinarsi a questo mondo come semplici curiosi, ma anche uno straordinario spazio di vita culturale con un’esposizione permanente dei tesori de “La Lanterna Magica” e con la presenza al suo interno di una piccola sala di proiezione per ospitare professionisti del cinema e realizzare eventi.

Numerose sono le iniziative culturali proposte sul territorio durante l’anno: rassegne cinematografiche, eventi, letture ed incontri multidisciplinari si affiancano ai servizi rivolti al mondo della scuola con approfondimenti tematici, momenti di riflessione e di formazione; corsi e laboratori didattici proiettano i giovani partecipanti verso le nuove tecnologie digitali, a cui La Lanterna Magica riserva particolare attenzione. Infine, l’Istituto Cinematografico propone l’allestimento di mostre, la realizzazione di mostre digitali, videomapping, progetti di illuminazione e produzioni audiovisive.

Il futuro per l’Istituto Cinematografico è digitale – continua la nota – . Il passaggio dall’analogico al digitale rappresenta una vera e propria rivoluzione che ha cambiato in nostro approccio alla Cultura, alla conservazione ed alla fruizione dell’importante patrimonio conservato. Arricchire le collezioni con nuove acquisizioni e trascriverle in digitale consentirà di realizzare una conservazione alternativa del bene culturale e ne faciliterà la fruizione. Università, scuole di cinema, studenti e studiosi potranno consultare migliaia di contenuti cinematografici in maniera agile, immediata e funzionale, anche mediante una piattaforma dedicata. Le mostre digitali ed immersive permetteranno di far conoscere le nuove tecnologie utilizzabili con l’arte figurativa, statica creando opere dinamiche, innovative, con spettacolari effetti speciali, grazie alla videoart.

Il MuMAC potrà essere il luogo deputato ad accogliere questi progetti. Diventato nel tempo punto di incontro e di aggregazione, catalizzatore di scambi culturali, ha proposto tante iniziative, ospitando anche altre associazioni del territorio. Immaginiamo per il prossimo futuro che possa entrare a far parte della rete dei musei cittadini che tanto lustro restituiscono a L’Aquila, Città della Cultura.

Sono intervenuti i parlamentari Stefania Pezzopane e Luigi D’Eramo, il vice presidente del Consiglio regionale Roberto Santangelo, il consigliere comunale e provinciale Luca Rocci, anche in rappresentanza del sindaco dell’Aquila.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022