UNA COLLETTIVA D’ARTE DI VESPASIANI, EMANUELE E ZENADOCCHIO ALL’AQUILA


L’AQUILA – È nei momenti di crisi e di intensa trasformazione sociale e geopolitica che l’arte deve trovare nuove modalità espressive per interpretare il sentimento generale e, se possibile, accendere una speranza. L’arte deve ripartire dal basso, dalle persone reali e dai loro problemi, abbandonando atteggiamenti autoreferenziali ed ermetici.

È questo lo spirito con cui tre artisti aquilani, Patrizia Vespaziani, Mimmo Emanuele e Antonio Zenadocchio, inaugureranno una mostra all’interno del ristorante “Lo Scalco” di piazza San Pietro il giorno 24 giugno alle ore 18.

La scelta dell’ambiente non è casuale – si legge in una nota – perché l’isolamento sociale ha caratterizzato la vita di ognuno negli ultimi due anni e c’è un grande bisogno di socializzare in modo informale, quasi familiare, per ritrovare la dimensione umana collettiva. È qui, e non lontano dalla gente, che l’arte deve riuscire a essere quella bellezza che salverà il mondo ed entrare nei cuori e nelle menti per dire che un altro modo di vivere è possibile.

I tre artisti già collaborano nella bottega d’arte di Mimmo Emanuele in piazza San Marco a L’Aquila. Bottega nel senso medioevale del termine, luogo in cui fermenta l’arte perché germogli e prosperi in questa città così ricca di testimonianze storiche e artistiche. Questi propositi hanno trovato un ottimo luogo per esprimersi in un ristorante, Lo Scalco, che si è strutturato nel modo migliore per questo scopo dimostrando di avere ben compreso che il cibo e l’arte hanno molto in comune, essendo entrambi nutrimento. Del corpo e dello spirito. Mens sana in corpore sano. La mostra resterà allestita fino al giorno 5 settembre e sarà aperta al pubblico negli orari di apertura del ristorante.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022