VIRTÙ E ITALICHE PECCHE NELLO SPETTACOLO DI BRIGNANO ALL’AQUILA


L’AQUILA – In occasione dei festeggiamenti per la Perdonanza Celestiniana, evento storico-religioso considerato precursore del Giubileo, che ogni anno celebra l’indulgenza plenaria che volle Papa Celestino V nel 1294, Enrico Brignano, tra una data e l’altra del suo tour estivo con lo spettacolo “Un’ora sola vi vorrei”, passerà per L’Aquila per un incontro col pubblico domani, domenica 25 agosto alle 21,30 a Collemaggio.

Per l’occasione, il comico trarrà spunto dal concetto del perdono, della solidarietà e, soprattutto, dalla bellezza di luoghi come L’Aquila, che sta riemergendo coraggiosamente come una fenice dal recente difficile passato, per far sorridere delle virtù e delle italiche pecche, con il suo consueto tono scanzonato e irridente.

Brignano, per metà abruzzese, ha una ragione di più per essere felice di tornare nella sua regione d’origine, una motivazione nobile: da sempre sensibile alla solidarietà, come fece anni fa anche con L’Aquila, donerà il suo intero compenso per questa serata ad Amatrice (Rieti), per ultimare la costruzione di una casa di aggregazione per la popolazione terremotata.

Per carità, un piccola pietra, ma significativa, soprattutto se si pensa che, in fondo, l’aiuto viene in ultima analisi da L’Aquila, città che ha subìto la stessa sorte.

C’è qualcosa di più bello di aiutare qualcuno attraverso il buonumore? Brignano lo fa così, concedendosi questa parentesi e abbracciando idealmente il suo pubblico.

Per poi proseguire regolarmente il suo tour, con lo spettacolo ufficiale, “Un’ora sola vi vorrei”, regolarmente in scena a Pescara il 26 e 27 agosto al teatro D’Annunzio.