NOVANTA CANTINE E 15 AZIENDE OLEARIE, L’ABRUZZO PROVA A RIPARTIRE DAL VINITALY


VERONA – Sono 90 le cantine abruzzesi protagoniste della 51esima edizione del Vinitaly, in programma a Verona da domenica a mercoledì 12 aprile. L’Abruzzo è presente al padiglione 12, con uno spazio di 300 metri quadrati.

Phil Hogan, commissario europeo per l’agricoltura e lo sviluppo rurale, e il ministro delle politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, sono attesi (ore 11) per l’inaugurazione della fiera internazionale del vino. Parteciperà l’assessore alle politiche agricole, Dino Pepe, che rilancia l’importanza della promozione del settore vitivinicolo: “La grande partecipazione dei nostri produttori di vino è un messaggio chiaro e forte – ha osservato -. L’Abruzzo, dopo gli eventi calamitosi di gennaio, vuole ripartire e il Vinitaly rappresenta una grande occasione di promozione”.

Con Vinitaly, al via domani anche Sol&Agrifood – salone Internazionale dell’agroalimentare di qualità ed Enolitech e salone internazionale delle tecniche per la viticoltura, l’enologia e delle tecnologie olivicole e olearie, giunto quest’anno alla ventesima edizione; l’Abruzzo è rappresentato da 15 aziende olearie.

Il programma degli eventi di domani prevede i seguenti appuntamenti: ore 10,45, inaugurazione fiera e apertura dell’enoteca regionale; ore 12, degustazione “Bio zero, la frontiera dei vini biologici senza solfiti aggiunti” (La Cascina del Colle); ore 13,15, “Il vino cotto Livia incontra i grandi formaggi” (azienda Marramiero); ore 14,30, “Vinitaly International BtoB” (Consorzio tutala Colline Teramane); ore 15,45, “Pecorino 2016” (Consorzio tutela vini d’Abruzzo).

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.