DAI CONFETTI DI SULMONA ALLA RICOTTA DI PECORA, 16 NUOVI GUSTI DI GELATO PER CAROLINA E GINA


L’AQUILA – Ben 16 nuovi gusti di gelato per la collezione primavera-estate 2021 della latteria Da Carolina e Gina di Piazza Duomo, all’Aquila. La presentazione ieri pomeriggio alla presenza di Sergio Colalucci, primo campione del mondo di gelateria e considerato tra i maestri gelatieri più rappresentativi al mondo.

“Siamo tornati al gelato estivo, più fresco al palato rispetto a quello che proponiamo durante l’inverno”, ha spiegato Michele Morelli, insieme a Gianmarco Bottino titolare della latteria. “Abbiamo utilizzato dei frutti brasiliani che abbiamo unito al nostro latte realizzando delle variegature originali tutte fatte in casa da noi”.

“Tra le novità più interessanti c’è il gusto confetto per il quale ringraziamo la storica azienda William Di Carlo di Sulmona, che ci ha permesso di utilizzare il Cubano, sua punta di diamante, mandorla d’Avola avvolta dal cioccolato bianco e confettata, sapientemente fusa in un esotico incontro con rum e cannella”, ha aggiunto Morelli.

“Ringraziamo la città per l’affetto che ci mostra ogni giorni”, ha detto Bottino, “abbiamo puntato tutto sulla filiera cortissima del latte, siamo ormai al terzo anno di attività e questo successo non ce lo aspettavamo neanche noi”.

Tra le novità, anche gusti con la ricotta: “Abbiamo già da un po’ iniziato a lavorare anche il latte di pecora, sempre 100% aquilano, e abbiamo inserito un variegato ai fichi caramellati e un variegato ai lamponi”.

“La bellezza del gelato artigianale è dovuta proprio al fatto che in qualsiasi posto del mondo vai, riesci a trovare qualche prodotto che riusciamo a trasformare in gelato”, ha detto Colalucci.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021