IL GIRO D’ITALIA ATTRAVERSA L’ABRUZZO, ECCO IL PERCORSO IN PILLOLE


VASTO – Ventiquattro ore all’atteso passaggio in Abruzzo del 102esimo Giro d’Italia di ciclismo.

Domani 17 maggio è in programma la settima tappa, con un percorso di 185 chilometri piuttosto mosso e impegnativo. La gara partirà da Vasto (Chieti) per arrivare all’Aquila, e toccherà le province di Chieti e Pescara. Vasto è stata sede di tappa nel 1959, 1983, 1988, 1998, 2000 e 2008. L’Aquila è stata sede d’arrivo nel 1014 (vittoria di Lucotti), 1924 (Enrici), 1935 e 1936 (Bartali), 1950 (Astrua), 1954 (Clerici), 1965 (Carlesi), 2005 (Di Luca), 2010 (Petrov).

La prima parte della corsa costeggerà l’Adriatico fino a Ortona a Mare (Chieti), per poi affrontare una serie di saliscendi, nello spostarsi verso l’entroterra.

Il primo traguardo volante di giornata è a Ortona (km 39,2), il secondo a Ripa Teatina (km 78,1). L’unico Gran premio della montagna sarà dopo 138,8 chilometri alle Svolte di Popoli (746 metri d’altezza, 2/a categoria).

Una volta entrati in provincia dell’Aquila, la corsa proseguirà lungo l’Altopiano di Navelli, attraverso strade dritte ma in leggera pendenza, che transiteranno nelle zone colpite dal terremoto del 2009. Ai -9 km dall’arrivo la corsa rosa entrerà nel territorio comunale dell’Aquila salendo su via della Polveriera, con pendenze dal 5% al 9%, attraversando il centro storico. Gli ultimi 1.500 metri prima dell’arrivo, previsto alla Villa Comunale, presenta pendenze fra il 7% e l’11%.

Numerosissime le iniziative di carattere culturale ed enogastronomico del Giro d’Italia all’arrivo nel capoluogo abruzzese, di cui Virtù Quotidiane vi ha ampiamente raccontato nella sezione “Virtù in… Giro“. (a.d.m.)