7 APRILE 1971, NASCE LA COOP ALTOPIANO DI NAVELLI: CINQUANT’ANNI DI VALORIZZAZIONE DELL’ORO ROSSO

Foto di gruppo da un articolo della Domenica del Corriere 1981

NAVELLI – Era il 7 aprile del 1971, esattamente 50 anni fa, quando si presentarono a L’Aquila, davanti al notaio dott. Carlo Cricchi circa 50 piccoli produttori di zafferano di diversi borghi dell’Altopiano di Navelli, accomunati dall’idea di cooperazione messa in piedi da Silvio Salvatore Sarra: lì nacque la Cooperativa “Altopiano di Navelli”, una storia che continua, nel solco della tradizione e del rinnovamento.

Le tappe principali furono l’inizio difficile, ma utile a salvare lo zafferano, che negli anni ’60 aveva raggiunto i minimi storici di mercato. Poi la partecipazione a Portobello di Enzo Tortora, vetrina di lancio e di successo dello Zafferano in tutta Italia e oltre.

Arrivarono, infatti, il Primato nel Mondo nel 1989 e l’Atomo d’oro nel 1991, fino alla vetta del 2005, quando l’Unione Europea ha riconosciuto al nostro Zafferano dell’Aquila il marchio Dop, denominazione di origine protetta, al prodotto coltivato nei 13 Comuni dell’aquilano riconosciuti dal Ministero delle Politiche Agricole.

Il presidente Valentino Di Marzio, in carica dal 2009, dichiara con soddisfazione: “Nonostante la crisi dell’ultimo anno, cerchiamo di guardare al futuro con ottimismo, grazie alla crescita della produzione degli ultimi anni, dovuta al coinvolgimento di nuovi soci giovani, sia in diversi borghi (Navelli, Prata d’Ansidonia, Fontecchio, San Demetrio, Poggio Picenze, Fagnano Alto, San Pio delle Camere…) che nello stesso Comune dell’Aquila”.

“Abbiamo lanciato lo scorso anno l’e-commerce diretto, sviluppato le vendite anche all’estero e stiamo cercando di resistere alla crisi mondiale: infatti, avremmo voluto festeggiare degnamente questi 50 anni, la situazione attuale ce lo impedisce, ma appena possibile promuoveremo altre iniziative e cercheremo sempre di andare avanti per il nostro territorio!”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021