A MILANO “MAGNA & TRINKA”, DALL’ABRUZZO I SAPORI DEL CENTRO ITALIA


MILANO – Ha deciso di sfidare l’epocale crisi in atto con tutte le incertezze che comporta e di avviare un’attività di ristorazione in un momento complicato a causa del Coronavirus.

Lui è Massimiliano Rossi, originario di Cavalletto d’Ocre (L’Aquila), ma meneghino di adozione, con la passione per la sua terra d’origine e i suoi prodotti tipici. Prodotti che, a partire dai primi mesi del 2021, avrà modo di mettere sulle tavole dei milanesi, grazie all’apertura di Magna&Trinka, il suo nuovo locale in Piazza Morselli che, non a caso, servirà principalmente arrosticini e altre pietanze abruzzesi o comunque provenienti dal centro Italia.

“Io e la mia compagna Undral – racconta a Virtù Quotidiane – stiamo lavorando da tempo per preparare al meglio il ristorante e, Covid permettendo, contiamo di inaugurare nei primi mesi del 2021. L’idea è stata subito quella di rimboccarci le maniche e proseguire dritti per la nostra strada, anche se nel tempo la situazione si è fatta man mano più complessa”.

Tra le aree più colpite dalla prima ondata della pandemia, la Lombardia è infatti stata anche tra le prime regioni a essere dichiarata zona rossa a inizio novembre, con i contagi in costante aumento e il mondo dell’imprenditoria messo continuamente a dura prova. Ma dell’esperienza della pandemia Rossi ha saputo fare tesoro e, piuttosto che restare con le mani in mano, si è subito voluto riadattare, dapprima riconvertendo il proprio business per rispondere alla crisi e affrontare al meglio il drastico calo di clienti e poi investendo addirittura nell’apertura di un nuovo locale.

Magna&Trinka infatti è solo l’ultima esperienza dell’imprenditore nell’ambito della ristorazione, visto che in passato, insieme al teatino Giampiero Secondini, è stato anche titolare di altri locali a Milano: Spiducci per esempio, aperto da qualche anno in zona Isola, Rost Eat, inaugurato invece una decina di anni fa in via Vigevano e Rustell, street food tutto abruzzese in zona Buonarroti, da 4 anni meta dagli amanti degli arrosticini del capoluogo lombardo e recentemente recensito dal quotidiano Il Corriere della Sera tra le prime sei mete imperdibili in zona Buonarroti.

Tutti ristoranti specializzati, come avverrà anche per Magna&Trinka, nella preparazione di piatti abruzzesi, attraverso l’utilizzo di materie prime reperite direttamente dai laboratori artigianali e dai piccoli produttori locali.

Dal pane di grano Solina, alla mortadella con gli orapi, passando per la porchetta, i formaggi locali e altre pietanze tipiche della cucina laziale e marchigiana. Oltre ovviamente all’arrosticino, l’emblema della gastronomia abruzzese, espressione della semplicità e della genuinità della regione che negli ultimi anni ha conquistato un po’ tutto il mondo, Milano compresa.

“Tutti i prodotti ci arriveranno direttamente ‘da giù’ – aggiunge Massimiliano Rossi -, grazie anche alla collaborazione con un e-commerce di Ariccia, Ilgustoonline.com e con cui, tra le altre cose, ci occuperemo anche a Milano della rivendita di cibo e di altre bontà provenienti da tutto il centro Italia”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021