A MILANO TORNA “VIVITE”, FESTIVAL DEL VINO COOPERATIVO


MILANO – Un racconto dedicato al vino cooperativo, una realtà che in Italia conta 480 cantine con 140.000 soci che producono il 60% del vino italiano per un fatturato che supera i 4,5 miliardi di euro. La cooperazione vitivinicola torna in scena a Milano con “Vivite-Festival del vino cooperativo”, in programma oggi e domani alle Cavallerizze del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia.

La manifestazione è organizzata e promossa da Alleanza delle Cooperative, ed è pensata non per essere una mostra di vini ma un racconto del mondo del vino cooperativo. I principali narratori di questa storia saranno proprio i produttori.

Il vino parla il linguaggio di tutti, è questo il messaggio dell’evento anche se il settore, in generale, “deve imparare ad avere un linguaggio più semplice, diretto e divertente rivolto ai giovani – ha spiegato Ruenza Santandrea, coordinatrice Vino dell’Alleanza delle Cooperative -. Il vino è sempre stato sulle tavole così come il cibo ed è un prodotto culturale”.

I visitatori nella due giorni potranno dedicarsi alle degustazioni, ma anche a laboratori didattici, masterclass, concerti e ad attività di intrattenimento. Il programma delle degustazioni, il cui ingresso è gratuito previa iscrizione, include: il metodo Charmat, il metodo classico, i grandi vini bianchi, i grandi vini rossi e i vini piemontesi, curate da Daniele Cernilli, a cui si aggiunge una degustazione di Sangiovese con diverse stagionature del Parmigiano reggiano.

Stasera alle 21, è previsto il mini-evento Tre Bicchieri Cooperativi, con la presentazione dei vini delle cantine cooperative che hanno ottenuto il prestigioso riconoscimento nella Guida Gambero Rosso 2019.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021