A PESCARA PERNOTTO GRATUITO IN CAMBIO DI UN’OPERA D’ARTE


PESCARA – Un pernottamento gratis, una volta al mese, in cambio di un simbolico obolo artistico per gli artisti che vogliono conoscere Pescara: l’iniziativa si chiama “Auà”, espressione dialettale che diventa l’acronimo di “Alloggia un Artista”, è del bed and breakfast “Le stanze di Bruno”.

Bruno è in realtà il gatto di Barbara Giuliani e Matteo Catucci che gestiscono, in compagnia dell’altro felino Marisa, la struttura situata nella centrale via Piave.

Con “Auà” si vuole aprire le porte agli artisti: cantanti, musicisti, attori, ballerini, scrittori o “portatori sani di qualsiasi attività umana, votata alla creatività o all’espressione estetica”.

“Abbiamo deciso – spiega la Giuliani – di far alloggiare, in cambio di un simbolico obolo artistico, (un cd, un disegno, un libro o qualunque altra forma di proprietà intellettiva), una volta al mese per un sola notte nei giorni che vanno dal lunedì al giovedì, un artista che vuole conoscere Pescara, o che è di passaggio per il suo tour, o che vuole venire solo a trovarci”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021