A PIEDI SULLA VIA DEL TRATTURO DA PESCASSEROLI A CANDELA, 110 CHILOMETRI IN SEI GIORNI


CAMPOBASSO – Sono arrivati ieri a Campobasso i primi camminatori che, partiti da Pescasseroli (L’Aquila), hanno percorso parte del tratturo Pescasseroli-Candela, inaugurando il progetto di percorso sul tratturo denominato “La via del tratturo”, sviluppato dalla Compagnia dei Cammini e da Ecotur di Pescasseroli, agenzia specializzata nel turismo naturalistico.

Il cammino, percorribile in sei giorni a piedi, attraversa Abruzzo e Molise.

Partendo da Pescasseroli si sviluppa nel Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise (Pnalm) per entrare in Molise dove si cambia tratturo, seguendo per quattro giorni il percorso Castel di Sangro-Lucera per terminare a Campobasso.

Come hanno spiegato i camminatori, arrivati in Municipio a Campobasso per consegnare, al sindaco Roberto Gravina e all’assessore alla Cultura Paola Felice, il logo de “La via del tratturo”, il progetto si configura come intervento di rilancio dei primi 110 km del tratturo da Pescasseroli a Candela in Puglia e vuole essere un contributo della Compagnia dei Cammini alla salvaguardia della storia.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.