ALL’UMOR NON SI COMANDA, IL TEATRO TORNA IN TV TRA IRONIA E SPUNTI DI RIFLESSIONE


L’AQUILA – Ironia, spiazzanti soluzioni sceniche, battute e musica nel nuovo appuntamento in tv dell’iniziativa “L’arte non si ferma”, a cura del Teatro Stabile d’Abruzzo. Una puntata che andrà in onda giovedì 18 marzo alle ore 22,30 su Rete 8 e, in replica, domenica 21 su La QTV, alle 18.

Si tratta dello spettacolo All’umor non si comanda prodotto dal Tsa insieme all’associazione Ricordo e a Spazio Rimediato.

Il testo è di Giuseppe Tomei, la regia di Fabrizio Pompei. In scena Cecilia Cruciani, Gemma Maria la Cecilia e i musicisti Alessia Centofanti e Fabio Iuliano. La scenografia è di Edoardo Gaudieri, i costumi del BrucaLab e il disegno luci di Federico Etere.

“All’umor non si comanda” è uno spettacolo pensato per parlare e riflettere con leggerezza sui nostri giorni, la regia televisiva di Vincenzo Olivieri esalta i surreali dialoghi beckettiani, scrutando un clown ed uno spettatore che si incontrano in un non-luogo scambiandosi reciprocamente confidenze, dubbi e riflessioni esistenziali sui loro ruoli all’interno e all’esterno della società attuale.

In un continuo gioco di ruolo i due protagonisti finiranno per perdere la propria identità trasformandosi nell’esatto opposto l’uno dell’altro. Il testo propone una continua interazione con il pubblico, una sfida per autore e regista in un momento in cui il rapporto con il regista è filtrato dagli obiettivi delle telecamere. Si indugia tra una battuta umoristica e una citazione colta alla filosofica riconsiderazione del ruolo dell’attore nella contemporanea società “liquida”. Un modo nuovo di far parlare il teatro attraverso il linguaggio televisivo.

La rassegna prosegue nelle prossime settimane con altri appuntamenti sempre di giovedì e sempre alle 22.30 per Rete 8 e sempre di domenica alle 18 per La QTV: Il mondo alla rovescia con Silvano Torrieri (rispettivamente 1 e 3 aprile). Il gatto con gli stivali con la regia di Mario Fracassi (8 e 11 aprile). Dove nacque Italia con regia di Marcello Sacerdote e Girolamo Botta (15 e 18 aprile). Non ditelo alle stelle di Federica Vicino (22 e 25 aprile). Se questa è un’infanzia con regia di Milo Vallone (29 aprile e 2 maggio).

Foto: Federico Etere

 

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021