BRUXELLES PREMIA LA TORRE DEL CERRANO CON LA CERTIFICAZIONE EUROPEA DEL TURISMO


PINETO – Nell’anno del decimo anniversario della sua istituzione, l’area marina protetta Torre del Cerrano ottiene la seconda certificazione europea del turismo alla “Charter Award Cerimony” di Bruxelles, nella sede del Parlamento europeo.

Si tratta della prima area marina protetta in Europa ad aver conseguito questo riconoscimento che certifica le destinazioni sostenibili presenti nel Vecchio continente.

Alla cerimonia, che si è svolta il 2 dicembre, hanno preso parte, tra gli altri, il presidente dell’Area Marina Protetta Leone Cantarini, il presidente dell’assemblea dell’Amp Torre del Cerrano e sindaco di Pineto Robert Verrocchio e il sindaco di Silvi Andrea Scordella, oltre a numerosi membri del consiglio d’amministrazione come Fabiano Aretusi, Nerina Alonzo e Marina De Ascentiis.

Presenti anche il presidente dell’associazione albergatori pinetese Pio Pavone, il presidente dell’associazione guide del Cerrano Roberto Di Giandomenico, e molti operatori turistici come Enio Colleluori, Mila Cilli e Grazia Leonzio, oltre al responsabile della Cets (Carta Europea per il Turismo Sostenibile) per l’Amp Guido Capanna Piscé.

La Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle aree protette  è uno strumento metodologico e una certificazione che permette una migliore gestione delle aree protette per lo sviluppo del turismo sostenibile. L’elemento centrale della Carta, attribuita dalla Europarc Federation e valida per il quinquennio 2019-2024, è la collaborazione tra tutte le parti interessate a sviluppare una strategia comune e un piano d’azione per lo sviluppo turistico, sulla base di un’analisi approfondita della situazione locale.

L’obiettivo è la tutela del patrimonio naturale e culturale e il continuo miglioramento della gestione del turismo nell’area protetta a favore dell’ambiente, della popolazione locale, delle imprese e dei visitatori.

“Era il 2014 quando l’Area marina protetta Torre del Cerrano ha ottenuto la prima certificazione, e tornare per la seconda volta e essere la prima Amp a confermarla è un risultato importante che premia l’impegno e la serietà delle azioni portate avanti”, dice in una nota il presidente dell’assemblea Verrocchio.

“Ora si entra nella fase successiva, dove si passa dal parco agli operatori.  Tra gli operatori turistici, albergatori e balneari di Silvi e Pineto, le associazioni, gli enti, le università, i due comuni e la provincia, insieme, ovviamente, all’Amp Torre del Cerrano c’è stata piena unità d’intenti votando le 65 schede di azione con le quali si sono impegnati a realizzare, ciascuno secondo le proprie possibilità, degli atti concreti verso lo sviluppo sostenibile del comprensorio del Cerrano. Un obiettivo che è stato ora centrato e che ci stimola a proseguire il nostro percorso al fine di far crescere il turismo sostenibile nel nostro territorio”.

Il presidente dell’ Area marina protetta Torre del Cerrano, Leone Cantarini aggiunge: “Siamo molto soddisfatti del rinnovo della Cets all’Amp. Siamo soddisfatti della partecipazione degli enti, ma anche e soprattutto degli operatori turistici, alberghieri e balneari di Silvi e Pineto che si sono impegnati insieme a noi per centrare questo risultato e per costruire le azioni da portare avanti sinergicamente nel prossimo quinquennio”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.