CARNE ARROSTO E FAVE E PECORINO PER IL PRIMO MAGGIO IN ABRUZZO


L’AQUILA – Anche in Abruzzo una grande voglia di agriturismo e cibo genuino nonostante il terremoto degli ultimi mesi.

Sono migliaia le persone che hanno scelto di sedersi a tavola in campagna durante il ponte del primo maggio per cogliere l’opportunità di trascorrere una giornata lontano dalle città senza rinunciare alla comodità garantita dall’ospitalità delle aziende agricole e agrituristiche.

Ma c’è anche chi non intende rinunciare al tradizionale pic-nic nel verde, ovviamente all’insegna dei prodotti freschi e genuini con l’immancabile grigliata e fave fresche, consumate tradizionalmente in Abruzzo a fine pasto o in abbinamento al pecorino.

E torna anche quest’anno un must intramontabile: l’arrosticino. Saranno infatti i tradizionali spiedini di carne di pecora (oltre nel teramano alle prelibate Virtù) i prodotti più gettonati per il ponte del primo maggio, non mancheranno con molta probabilità in nessuna delle tavole imbandite tra i boschi, i prati e le campagne più belle d’Abruzzo.

La capacità di mantenere inalterate le tradizioni alimentari – dice Coldiretti in una nota – è la qualità più apprezzata dagli ospiti negli oltre 22mila agriturismi presenti in Italia, ma sta crescendo la domanda di servizi aggiuntivi. Nelle aziende agricole sono sempre più spesso offerti programmi ricreativi come l’equitazione, il tiro con l’arco, il trekking ma non mancano attività culturali come la visita di percorsi archeologici o naturalistici, ma anche corsi di cucina o di orticoltura.

Peraltro molte aziende agrituristiche – continua la Coldiretti – si sono attrezzate con l’offerta di alloggio e di pasti completi ma anche di colazioni al sacco o con la semplice messa a disposizione di spazi per picnic, tende, roulotte e camper per rispettare le esigenze di indipendenza di chi ama prepararsi da mangiare in piena autonomia ricorrendo eventualmente solo all’acquisto dei prodotti aziendali di Campagna Amica.

La tendenza è verso la prenotazione last minute, ma per scegliere l’agriturismo giusto il consiglio – sottolinea la Coldiretti – è quello di preferire aziende accreditate da associazioni e di rivolgersi su internet a siti come www.campagnamica.it.

Ed è anche arrivata l’unica App farmersforyou, in versione italiana e inglese, che permette di scegliere gli agriturismi dove poter soggiornare nei più bei paesaggi della campagna italiana, i mercati di Campagna Amica, le fattorie e le botteghe dove poter comprare il vero made in Italy agroalimentare, ma anche i ristoranti che offrono menù con prodotti acquistati direttamente dagli agricoltori.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.