DAL VENETO ALLA CAMPANIA, 12 SQUADRE E 250 RAGAZZI IN CAMPO PER “L’AQUILA CUP”


L’AQUILA – Circa 250 giovani rugbisti per 12 squadre provenienti da sei regioni diverse, dal Veneto alla Campania. È la prima edizione della Eni-L’Aquila Cup, un torneo nazionale di rugby U14, che si terrà all’Aquila domenica 8 dicembre.

L’evento è stato presentato all’interno della club house del campo di rugby di Piazza D’Armi. A illustrare l’iniziativa Marco Molina, Alessandro Cialone e Marco Fontanazza di Rugby Experience, associazione della palla ovale giovanile tra le più attive in città.

E proprio a Piazza D’Armi, oltre che sul terreno di gioco del “Tommaso Fattori”, prenderà vita il torneo, che vedrà protagoniste Benetton Treviso, Rugby Milano, Gispi Prato, Rugby Perugia Junior, Fiamme Oro, Capitolina, Primavera Rugby, Arnold Rugby, Nuova Rugby Roma, Amatori Napoli, oltre che due squadre della stessa Rugby Experience.

“Lo scorso anno abbiamo partecipato a numerosi tornei in giro per l’Italia, regalando il rosone di Collemaggio alle società che ci ospitavano e invitando tutti a venire a vedere le bellezze del nostro territorio – sono state le parole di Molina, presidente del club biancorosso – quest’anno abbiamo voluto rilanciare organizzando noi un torneo nazionale, perché vogliamo lanciare un messaggio positivo alla città e a tutto il movimento ovale”.

Le partite prenderanno il via la domenica mattina, ma quattro dei dieci club invitati (Arnold, Benetton, Prato e Milano) pernotteranno in città già dal sabato pomeriggio, quando Roberto Biondi, genitore di uno dei piccoli atleti della Experience, ma anche insegnante di storia, sarà la guida delle società ospiti nel centro città. Dopo la cena collettiva al centro aggregativo di Villa Sant’Angelo (L’Aquila), tutti a letto in vista della domenica agonistica.

“Sarà un torneo importante e impegnativo – ha dichiarato il direttore tecnico Alessandro Cialone – in questa prima edizione non abbiamo purtroppo invitare molti altri club, anche abruzzesi, per motivi legati ai campi e al tempo a disposizione. Le partite saranno di un tempo unico da venti minuti, ma a differenza del minirugby ogni partita occuperà tutto il campo a disposizione”. Per chi vorrà fare la spola tra Piazza D’Armi e il Fattori, inoltre, sarà a disposizione del pubblico una navetta gratuita della municipalizzata Asm.

“Scenderemo in campo con due nostre squadre, più equilibrate possibile – ha aggiunto il responsabile della U14 aquilana Marco Fontanazza – incontreremo società blasonate ma siamo forti”.

Dopo il terzo tempo (in campo), nel pomeriggio prenderanno il via le finali dal primo al sesto posto, al Fattori, e dal settimo al dodicesimo, sul campo di Piazza D’Armi.

“Il nostro obiettivo è organizzare una bella giornata di rugby, è il nostro modo di andare avanti insieme, nel decimo anniversario del terremoto”, ha concluso Molina. (m. fo.)