È MORTO CHRISTIAN MILLAU, PADRE DELLA NOUVELLE CUISINE E DELLA CELEBRE GUIDA


ROMA – Christian Millau, il fondatore in Francia delle guide ai ristoranti Gault & Millau e negli anni Settanta uno dei padri del movimento della nouvelle cuisine, è morto a 88 anni.

Lo annuncia oggi la casa editrice delle guide precisando che il decesso di Millau risale a domenica.

La nota non aggiunge alcun dettaglio sulla morte del gastronomo, ma lo descrive come un autore ”impertinente e indipendente”.

Nato nel 1929, Millau ha iniziato l’attività come giornalista e insieme a Henri Gault ha iniziato a produrre la loro prima guida ai Ristoranti nel 1969, venduta in 100.000 copie. La guida gastronomica classifica i ristoranti recensiti non in base alle stelle, ma utilizzando come grafica del rating il numero di Toques, i caratteristici cappelli bianchi da chef, da uno a 5.

È autore di best seller e libri di successo, come Dining in France e La France à la carte.

Tra i meriti riconosciuti al movimento della nouvelle cuisine negli scritti di Millau, la valorizzazione di una cucina a base di produzioni fresche e priva di eccessi nei condimenti e salse; una cucina dunque semplificata nei condimenti e nella presentazione.

A Christian Millau è stata inoltre attribuita la scoperta di talenti ai fornelli del calibro del ristoratore francese Joel Robuchon, definito come “chef del secolo” proprio dalla guida Gault Millau nel 1989

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022