GIORNALISTI: RICHIAMO ORDINE, “COPIARE E INCOLLARE SENZA CITARE È UN ABUSO”


L’AQUILA – Il Consiglio dell’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo richiama i colleghi a una maggiore attenzione al diritto d’autore.

Giungono, sempre più spesso – si legge in una nota dell’Odg – segnalazioni di violazione delle regole deontologiche, che dovrebbero ispirare il corretto comportamento nel caso di utilizzazione di contenuti giornalistici prodotti da altre testate d’informazione.

Correttezza deontologica imporrebbe, in questi casi, quantomeno, la citazione della fonte di emissione dell’informazione di cui si vuole fare uso o rilanciare.

Copiare e incollare contenuti di altri, spacciandoli per propri, è un abuso. Il giornalista che pone in essere il plagio di un articolo altrui viene meno alle norme di legge dettate a tutela della personalità altrui e non contribuisce alla promozione della fiducia tra la stampa e i lettori nonché dello spirito di collaborazione tra colleghi. Inoltre, a tutela del diritto di autore ci sono leggi che comportano sanzioni penali in caso di violazione.

A essere penalizzati dal copia-incolla sono i colleghi (redattori di quotidiani, televisioni, radio, agenzie, quotidiani on line, curatori di blog) che ogni giorno s’impegnano a trovare notizie originali  e che spesso ritrovano, sul web e su altri organi di informazione, il proprio lavoro rubato e non citato dai colleghi.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.