L’AQUILA: FABIO CLIMASTONE RIAPRE LA QUINTANA, “AMO LA CITTÀ, RESTO QUI”


L’AQUILA – Dopo 8 anni di attività la pizzeria Oro Rosso alla Fontana Luminosa chiuderà i battenti. Al suo posto il proprietario Fabio Climastone riaprirà in via Tempera la nuova Quintana, storico pub pizzeria che dal 1995 al 2009 ha animato le notti di via Sassa.

Per ogni porta che si chiude, è proprio il caso di dirlo, è pronto tuttavia ad aprirsi un portone. Lo sa bene Climastone che dopo 8 anni, vedendo il lavoro calare in un centro storico sempre più deserto, ha deciso di rimettersi in gioco ancora una volta, facendo rinascere la storica pizzeria di via Sassa di cui fu proprietario per 12 anni dal 1995 al 2006. Dal 2006 al 2009 spostò poi la pizzeria in via Bazzano.

“Nei nuovi locali di via Bazzano credevo che sarei arrivato alla pensione e invece poi il terremoto ha distrutto tutti i piani – racconta a Virtù Quotidiane – . L’esperienza di Oro Rosso è stata bella, ma non ha funzionato. C’erano troppi soci, tanti erano i progetti, ma poi alla fine qualcosa si è rotto”.

Nel nuovo ristorante alla Fontana Luminosa aperto due anni dopo il sisma, Climastone come tanti imprenditori che hanno scommesso sul centro storico, ha creduto fino alla fine.

“Purtroppo ormai si lavora solo il sabato – spiega – . Durante la settimana al massimo si arriva a una media di 40 coperti e il nostro ristorante ha 150 posti. E così si arriva a un punto in cui i costi diventano più dei guadagni e inizi a farti due conti. Il centro lavora ormai solo quando ci sono eventi o manifestazioni e così non si va avanti”.

Ma gli imprenditori aquilani hanno la pelle dura e il coraggio di reinventarsi dopo l’ennesimo ostacolo, dopo una nuova caduta. La nuova Quintana aprirà i battenti prima dell’inizio dell’estate.

“Ho deciso di riprendere il locale dell’ex Porca Vacca – svela – . Ci sono 70 posti, è più piccolo rispetto al precedente, ma ha un giardino dove poter mangiare in estate. Riparto con la consapevolezza che non si deve mollare mai. Ad aiutarmi ci sarà come sempre mia moglie”.

La nuova Quintana ricalcherà molto del menù originario del vecchio pub pizzeria, ma non sarà più pub.

“Non saremo più birreria ma ci concentreremo sulla ristorazione – anticipa Climastone – . Per un fatto di cuore riprenderò molti dei piatti della vecchia Quintana, altri invece saranno eredità di Oro Rosso che è stata comunque una bella esperienza che ci ha segnato lavorativamente”.

“La speranza è che il centro dell’Aquila possa ritornare quello di un tempo. Se non ci credessi me ne sarei già andato – dice – . Per poter arrivare a questo obiettivo, però, è necessario che gli uffici rientrino, ma soprattutto le persone tornino a vivere nelle loro case in centro storico. Senza di loro non c’è vita”.

“Durante la settimana, quando usciamo dal ristorante per andare a casa alla fine di una giornata di lavoro, c’è un silenzio surreale tutt’intorno, rotto solo dal rumore dell’acqua che sgorga dalla Fontana Luminosa – conclude – . Le cose in centro non sono mai andate davvero bene, ma a mio avviso dopo il sisma di Amatrice si è rotto qualcosa e c’è stato un nuovo peggioramento. Da allora la città ha fatto una brusca marcia indietro”.

LA VECCHIA QUINTANA IN VIA SASSA

IL MENÙ IN LIRE DELLA QUINTANA IN VIA SASSA