L’AQUILA, L’ANDALUCIA RIPARTE CON POESIA, FLAMENCO E TAPAS


L’AQUILA – Musica, poesia, baile flamenco e degustazioni dalla tradizione spagnola e mediterranea. L’Andalucia riparte così a fine estate, una serata di inaugurazione della nuova stagione in programma sabato 9 settembre. La nuova gestione a cura di Marco Di Gregorio e Mery Ventura mette in campo delle selezioni originali come la paella a base di zafferano di Navelli per offrire un legame di gusto unico tra il piatto spagnolo per eccellenza e il nostro territorio. Quattro i menù degustazione a base di pesce, carne, verdure o tapas.

La serata di apertura sarà accompagnata dalle note del live acustico della band Y.A.W.P. (Stefano Millimaggi alla chitarra, Piero Pozzi alla batteria, Nino Maurizi al basso , Irene De Amicis baile e percussioni, e Fabio Iuliano alla voce) e da alcuni intermezzi di poesia e di ballo flamenco a cura dell’insegnante Ilaria De Angelis.

Un reading-concerto sullo sfondo del libro “New York Andalusia del cemento” che racconta del viaggio di Lorca dalla terra del flamenco alle strade del jazz. Un omaggio che non prescinde dal baile flamenco, impreziosito dalla cornice della location, arredata con gusto nello stile tipico del profondo sud della Spagna.

Un progetto nato qualche mese fa nell’hinterland aquilano. Dalla poesia arriva l’ispirazione del nome della band: Y.A.W.P., un omaggio a quel grido barbarico che tanto piaceva a Walt Whitman. E sempre dalla poesia arriva l’omaggio a Federico García Lorca attraverso il suo Romance de la luna e Lucía Martínez.