L’ARTE AL TEMPO DEI CENTRI COMMERCIALI, IN 19 ESPONGONO ALL’UNIVERSO DI SILVI


SILVI – Produzione artistica e merci possono “convivere”? È l’interessante scommessa proposta dall’associazione culturale “Movimento del Guardare Creativo” di Chieti, che al Centro commerciale Universo di Silvi Marina (Teramo), promuove una mostra in programma dal 27 agosto (l’inaugurazione prevista alle 17,30) al 3 settembre prossimo.

Grazie alla collaborazione con la struttura, i visitatori abituali del centro commerciale potranno insomma soffermarsi anche ad osservare i lavori di diciannove artisti esposti negli spazi della struttura che sorge a qualche chilometro dalla celebre Torre di Cerrano.

“L’idea – dice in una nota Gabriella Capodiferro, presidente dell’associazione il Movimento del Guardare Creativo – nasce da una coraggiosa proposta di incontro tra commercio ed arte, dove merci e manufatti artistici possono trovare uno scopo comune nella ricerca della qualità del prodotto. Abbiamo accolto di buon grado l’idea di esporre in un luogo dove l’arte impegnata non è mai entrata, usando però lo stesso rigore estetico e stilistico di una galleria. Abbiamo trovato in questa proposta l’occasione di incontro con un pubblico vario ed eterogeneo, in un modo diretto e spontaneo”.

Presenti gli artisti Lorella Belfonte, Alfonso Camplone, Simonetta D’Alessandro, Francesco D’Aponte, Laura De Lellis, Concita De Palma, Giacinta Di Battista, Liliana Di Giovine, Marilena Evangelista, Marco Iannetti, Rosa Lisanti, Iva Lombardi, Maria Masciarelli, Teresa Michetti, Antonio Rucci, Paola Santilli, Deni Scarsi, Nicoletta Testa, Bruno Torriuolo.

A completare poi l’ideale percorso che si snoda attorno dalla mostra, penserà la conferenza (“Saper leggere l’opera d’arte”) che la stessa Capodiferro terrà sabato 1 settembre, alle 17,30, sempre all’interno della struttura.

L’associazione, nata nel 2008, si ispira all’esperienza didattica trentennale dello omonimo Studio d’Arte di Chieti che ha aperto la strada allo studio percettivo e critico dell’opera d’arte attraverso l’analisi strutturale della composizione.

L’associazione si propone di diffondere la cultura dell’arte, come linguaggio visivo, tra quanti amando l’arte e non potendola approfondire attraverso lo studio sistematico, cercano occasioni per conoscerla di più.

Proponendosi come luogo d’incontro e di aggregazione nel nome di interessi culturali, asolvendo una funzione sociale di maturazione critica e di crescita umana attraverso l’ideale dell’educazione permanente mirata alla lettura dell’opera d’arte.

Il Movimento del Guardare Creativo ha realizzato visite guidate a mostre e musei in Italia ed all’estero; incontri e conferenze sull’analisi percettiva dell’opera d’arte; mostre collettive dei soci. Ha organizzato inoltre eventi culturali tra cui la Biennale internazionale d’Arte “Arte no caste”, con cadenza biennale, ospitata all’Aurum di Pescara ed al Palazzo dei Nobili all’Aquila.