LE REALIZZAZIONI DEI DISABILI ABRUZZESI NEI MIGLIORI BAR E HOTEL D’ITALIA


MONTESILVANO – Prodotti artigianali, realizzati a mano da persone diversamente abili, che dall’Abruzzo finiscono nei migliori hotel e ristoranti di tutta Italia e che presto arriveranno anche all’estero.

Sono quelli realizzati dai ragazzi del “Laboratorio Incontro” di Montesilvano (Pescara), nell’ambito di una partnership con una storica azienda di confetture di Giuliano Teatino (Chieti) che, ormai dal 2015, nel processo di selezione dei fornitori, frutto non solo di logiche economiche e commerciali, ma anche e soprattutto sociali, si è rivolta alla struttura montesilvanese.

Una collaborazione che, in un’ottica sociale e solidale, si è arricchita di recente di nuovi progetti e realizzazioni.

Oltre ai prodotti classici – la spatolina in legno per spalmare le confetture, alcuni elementi dell’innovativo dispenser per confetture e la mollettina in legno salvabusta – i ragazzi dell’associazione Laboratorio Incontro hanno preparato dei vassoietti e delle scatole, rigorosamente in legno, che andranno a comporre le confezioni regalo dell’azienda chietina.

Con i prodotti destinati al consumatore finale, inoltre, le realizzazioni dei ragazzi di Montesilvano finiranno anche nelle case delle migliaia di italiani che quotidianamente scelgono la qualità dei prodotti abruzzesi.

Il progetto che vede protagonisti gli utenti di Laboratorio Incontro è stato al centro di numerose fiere ed ha ottenuto importanti riconoscimenti.

A gennaio scorso, ad esempio, i prodotti in questione sono stati presentati al Sigep, la più importante fiera del settore dolciario artigianale, che si è svolta a Rimini.

Il Laboratorio Incontro è nato nel 1994 come piccolo laboratorio di oggettistica e falegnameria e con il passare degli anni l’attività si è ampliata e specializzata. Oggi è un centro diurno polifunzionale per la promozione sociale dei diversamente abili e dei portatori di disagi psicosociali e per il supporto alle famiglie, con attività di avvio al lavoro come ergoterapia e borse lavoro in convenzione con i Centri di Salute mentale della Asl.

Sono oltre dieci i ragazzi che, a rotazione, lavorano sui prodotti destinati all’azienda di confetture; migliaia le realizzazioni artigianali consegnate all’azienda.

“Sono estremamente felice di questa collaborazione – afferma in una nota il responsabile della produzione di Laboratorio Incontro, Gaetano D’Orazio – Oggi, che i finanziamenti pubblici sono praticamente azzerati, più che mai per mantenerci abbiamo bisogno di lavorare. La nostra scommessa è quella di far entrare i ragazzi nel mondo del lavoro, quello vero”.