“MALAMORE NO”, CENA DELL’AMORE [NON] ROMANTICO LA SERA DI SAN VALENTINO ALL’AQUILA


L’AQUILA – Si chiama “Malamore No – Cena dell’amore (non) romantico” la serata organizzata dal collettivo Fuori Genere per il prossimo 14 febbraio (ore 20:30) nello spazio sociale di CaseMatte all’Aquila.

Si tratta di una cena voluta proprio nel giorno di San Valentino, i cui proventi contribuiranno all’organizzazione per le iniziative dell’8 e 9 marzo, in occasione della Giornata internazionale della donna.

Anche quest’anno, infatti, all’Aquila ci si mobilità contro la violenza sulle donne e per politiche di genere più eque in occasione dell’8 marzo, nella declinazione territoriale dell’appello internazionale della rete “Non una di meno”.

La cena del 14 febbraio vuole raccontare un San Valentino alternativo: “A qualsiasi tipo di amore si sia legati, ci sarà ottimo cibo, buona compagnia e un’originale prospettiva sulle relazioni e i sentimenti, fuori dalle visioni stereotipate”, affermano le organizzatrici.

Tra i mille modi di vivere l’amore Fuori Genere vuole “celebrare non quello che demonizza il romanticismo né quello che lo esalta e lo proclama, ma quello sano”.

Il mito di vivere un amore romantico, infatti, spesso “costringe al sacrificio (e purtroppo anche alla sottomissione) allontanando, ad esempio, la possibilità di scegliere di chiudere una relazione squilibrata, solo perché la società, l’educazione ricevuta e le favole ci insegnano che la massima realizzazione della donna sia quella di un matrimonio riuscito”.

L’evento sarà arricchito dalle illustrazioni di Nayra Santana, psicologa spagnola, e dall’arte di Niki de Saint Phalle (nella foto), famosa per le sue sculture colorate deI Giardino dei Tarocchi.

La prenotazione è obbligatoria ai numeri 329-8774279 o 349-4048914. (m. fo.)

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.