OSTERIA MARCA ZUNICA, SU IL SIPARIO AD ASCOLI PICENO


ASCOLI PICENO – Pienone ieri ad Ascoli Piceno per l’inaugurazione di Osteria Marca Zunica, quello che è stato definito “l’atto d’amore” di Daniele Zunica nello storico palazzo Guiderocchi.

Al taglio del nastro il vice presidente del Csm, l’abruzzese Giovanni Legnini, il sindaco di Ascoli Guido Castelli, e quello di Civitella del Tronto (Teramo) Cristina Di Pietro.

“Abbiamo fatto questa scelta d’amore perché crediamo fortemente nelle potenzialità di Ascoli Piceno, città di straordinaria bellezza, amministrata in modo eccellente, che dopo il terremoto è riuscita a riposizionarsi con un’immagine nuova e dinamica – ha detto Zunica – Abbiamo ricevuto importanti richieste dalla costa ma era importante dare un segnale forte ad una città di cultura che ha scelto di investire in modo marcato e con intelligenza nel turismo di qualità e nell’arte”.

Zunica 1880, punto di riferimento imprescindibile per chi ricerca esperienze gourmet ma anche la cultura dell’ospitalità, aveva fino ad oggi legato il suo destino a Civitella del Tronto.

A guidare la brigata a Osteria Marca Zunica sarà sempre lo chef Sabatino Lattanzi, che si dividerà tra Ascoli Piceno e Civitella del Tronto; la carta dei vini sarà curata da Maurizio Neri, mentre la direzione artistica del locale sarà affidata a Gino Natoni.

Il locale, infatti, proporrà mostre e installazioni d’arte. La prima sarà dell’abruzzese Mariano Moroni, che di recente ha ideato per IGuzzini oggettistica da tavola.

Osteria Marca Zunica proporrà piatti del territorio della gastronomia ascolana e teramana, con un format più leggero rispetto a Zunica 1880. I posti a sedere sono 50 all’interno del locale e 20 nella corte.

L’immagine istituzionale di Osteria Marca Zunica, dalla ideazione del logo alla personalizzazione degli interni, è stata curata dal designer Fabrizio Lucchese e da Daniele Paoletti.

Osteria Marca Zunica proporrà piatti del territorio della gastronomia ascolana e teramana, con un format più leggero rispetto a Zunica 1880. I posti a sedere sono 50 all’interno del locale e 20 nella corte.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021