QUATTRO TARTARUGHE RILASCIATE IN MARE A ORTONA DOPO CURE


ORTONA – Rilasciate ieri al largo del porto di Ortona (Chieti) quattro tartarughe marine Caretta caretta, dopo la permanenza presso il Centro di recupero e riabilitazione tartarughe marine “Luigi Cagnolaro” di Pescara.

La più grande, Nicoletta, recuperata in difficoltà vicino alle Isole Tremiti lo scorso primo agosto, pesa 21 chilogrammi.

Uno degli esemplari, lungo circa 70 centimetri, era stato individuato al largo del porto di Ortona dal personale della motovedetta CP576 della Guardia Costiera, lo scorso 2 agosto, impigliato in delle reti da pesca ed in balia della corrente. Esausto, ma vigile, era stato recuperato dai militari, che lo avevano consegnato alle cure del centro.

Le altre due tartarughe, circa cinque chilogrammi di peso, erano state recuperate gravemente ferite e denutrite tra giugno e agosto nell’area tra Francavilla al Mare (Chieti) e Ortona. Erano impigliate nei rifiuti plastici che abbondano lungo le coste e creano sempre più problemi a tartarughe e cetacei.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022