RISTORATORI IN PIAZZA, DELEGAZIONE AQUILANA ALLA MANIFESTAZIONE NAZIONALE DI ROMA


L’AQUILA – Anche la Fipe della provincia dell’Aquila aderisce alla manifestazione dei ristoratori e di tutti i gestori di esercizi pubblici del 28 ottobre a Roma, la delegazione aquilana parteciperà insieme al direttivo nazionale.

Lo fa sapere il presidente Daniele Stratta: “Manifesteremo le problematiche del territorio, già martoriato da terremoti 2009 e 2016 e tutte i problemi derivanti da questi eventi”, dice.

“L’obiettivo è quello di ricordare i valori economici e sociali della categoria, che occupa oltre un milione e duecentomila addetti”, rileva Stratta, “e chiedere alla politica di intervenire in maniera decisa e concreta per salvaguardare un tessuto di 340mila imprese che prima del Covid19, nel nostro paese generava un fatturato di oltre 90 miliardi di euro ogni anno”.

“Chiederemo alla governo scelte più mirate, di sostegno ai settori maggiormente in crisi come quello della ristorazione e dell’intrattenimento, non possiamo lasciare gli imprenditori e i lavoratori da soli di fronte a questo momento drammatico per la categoria. Ma la cosa più drammatica è che così facendo si chiuderanno anche le città con meno luci, meno insegne, meno socialità e meno qualità della vita. Dobbiamo fare presto, servono risposte concrete e servono subito”, conclude.

Mercoledì prossimo anche all’Aquila, in Piazza Duomo alle ore 10,00, è stata convocata una manifestazione dall’associazione RAVV-Ristoratori aquilani versus virus costituitasi durante il lockdown di primavera.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.