SPETTRO RITORNO ZONA ARANCIONE IN ABRUZZO, RISTORATORI COL FIATO SOSPESO


L’AQUILA – Ristoratori col fiato sospeso in Abruzzo dove c’è il rischio che alla fine della settimana tornino le restrizioni da zona arancione, che com’è ormai noto vietano di stare aperti permettendo i soli servizi di asporto e domicilio.

Per la categoria, tra le più colpite dalla crisi, sarebbe l’ennesima doccia gelata dopo appena due settimane di, seppur parzialissimo, ritorno alla normalità con la riapertura almeno a pranzo scattata dal primo febbraio dopo mesi di stop, ad eccezione dei pochi giorni dopo l’Epifania in cui però in pochi riaprirono.

Ogni decisione è come sempre demandata alla cabina di regia nazionale che monitora la situazione dei contagi il venerdì. Da quanto si apprende da fonti regionali, l’eventuale passaggio dalla fascia gialla a quella arancione scatterebbe da domenica, che coincide con la festa di San Valentino che da sempre rappresenta una data importante per la ristorazione e sono già molte le prenotazioni che registrano gli operatori.

I dati sui contagi, tuttavia, soprattutto in provincia di Pescara non fanno presagire nulla di buono e a niente sono valse fino ad ora le richieste di differenziare le misure su base provinciale.

C’è dunque il serio rischio che venerdì possa essere decretato il ritorno in zona arancione e i ristoranti, con tutta la fetta di economia che coinvolgono, debbano fare i conti con l’ennesimo stop. Va comunque ribadito che non è del tutto chiaro se l’eventuale zona arancione abbia decorrenza dalla stessa domenica o da lunedì, com’è accaduto l’ultima volta per il passaggio dall’arancione al giallo.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2021