SULMONA, PALAZZO MAZARA TORNA AL COMUNE


SULMONA – Torna in possesso del Comune Palazzo Mazara, edificio di viale Matteotti che in passato aveva ospitato il liceo scientifico e dal 1999 il Consorzio Celestiniano. Sono state riconsegnate formalmente al Comune questa mattina le chiavi della struttura, durante un accurato e lungo sopralluogo effettuato dai tecnici comunali e dall’avvocato di palazzo San Francesco che ha curato la procedura.

“Esprimo soddisfazione per questo obiettivo raggiunto” dice in una nota il sindaco Annamaria Casini, “finalmente si chiude una vicenda lunga e complessa dopo un contenzioso durato tanti anni. Siamo riusciti con grande sforzo a riconsegnare alla città un’importante struttura comunale in centro, che in questo difficile momento storico si rivela strategica”.

“Dal sopralluogo di oggi è emerso che l’edificio è in buone condizioni e sarà necessario effettuare qualche intervento di ristrutturazione per eliminare delle criticità. Nei prossimi giorni sarà completata la riconsegna di tutte le chiavi. Voglio ringraziare l’ufficio legale per l’impegno profuso e tutti coloro che in questi anni hanno consentito di risolvere positivamente l’azione legale, imprimendo così una spinta importante al recupero delle proprietà comunali, segno della giusta strada che questa amministrazione ha intrapreso in questi anni per la corretta gestione del patrimonio pubblico”, aggiunge.

“È stato raggiunto un risultato importante e continueremo su questa strada, ora dovremmo definire la modalità di riportare questa struttura a nuova vita” commenta l’assessore Luigi Di Cesare, “ringrazio l’assessore che mi ha preceduto, Pierino Fasciani, per il lavoro svolto e che ha fortemente contribuito al raggiungimento dell’obiettivo”.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022