TERRE DI CASAURIA: TRA TOCCO, TORRE DE’ PASSERI E BOLOGNANO TRE GIORNI ALLA SCOPERTA DEL TERRITORIO


TORRE DE’ PASSERI – Una ciclovia di 22 km su tracciati esistenti segnalata mediante un sistema di cartellonistica. Un percorso-vita attrezzato nel verde nel Parco dei Giusti a Torre de’ Passeri. Un Premio con installazioni d’arte contemporanea e una mostra fotografica. Un educational tour con tappe nelle principali aree di interesse turistico e ambientale del territorio. Programmi didattici e laboratori di sviluppo sostenibile per le scuole.

Queste in sintesi le attività dal progetto promosso dai Comuni di Tocco da Casauria, Torre de’ Passeri e Bolognano (Pescara), finanziato dal Ministero dei Beni e delle Attività culturali, a seguito di un bando per l’assegnazione di fondi da destinare al finanziamento di “Attività Culturali a favore dei Comuni con siti caratterizzati da inquinamento ambientale”.

Il progetto intende ripercorrere l’evoluzione energetica degli ultimi 150 anni che ha visto nascere a Tocco da Casauria i primi pozzi petroliferi in Italia e, 120 anni dopo, il primo impianto eolico sperimentale.

Seguendo questo filo conduttore, mira a riscattare l’immagine di un territorio in parte compromesso da una situazione di emergenza ambientale e che merita di essere rilanciato da un punto di vista turistico-culturale e paesaggistico. Il progetto si è posizionato ai primi posti in Italia nelle valutazioni del Mibac.

Tra gli interventi realizzati una ciclovia su tracciati esistenti che collega i tre comuni. Il percorso principale ha una lunghezza complessiva di 22,3 km e prevede due varianti, una di difficoltà medio-bassa e l’altra con difficoltà più elevata. L’itinerario è segnalato mediante un sistema di cartellonistica in punti di particolare interesse paesaggistico-naturalistico e storico-culturale. Inoltre, nel Parco dei Giusti a Torre de’ Passeri verrà realizzato un percorso attrezzato nel verde per esercizi e stretching.

Parte integrante del progetto è il Premio artistico con installazioni di arte contemporanea in un’area di particolare attrattività lungo l’itinerario (Boschetto in Loc. Marano a Tocco da Casauria). Il Premio si articola in tre interventi artistici realizzati per arricchire e valorizzare un’area di particolare valenza paesaggistica del territorio casauriense, offrendone un racconto visivo con installazioni di arte contemporanea in parte realizzate con materiale di origine naturale reperito sul posto.

Un’iniziativa pensata per evidenziare lo stretto legame tra arte e natura e affermare il valore di un’opera perfettamente integrata con l’ambiente circostante che, con il tempo, viene quasi riassorbita dalla natura.

Tre gli artisti che hanno partecipato alla residenza artistica, Alessandro Antonucci, Lia Cavo e Vanni Macchiagodena, coordinati da Roberta Melasecca.

Le opere saranno inaugurate domenica 23 giugno alle ore 11,30 nel boschetto in località Marano a Tocco da Casauria. Abbinata al Premio, verrà allestita negli spazi del Museo Civico di Tocco da Casauria una mostra fotografica che da una parte documenterà l’iter dei tre artisti e dall’altra valorizzerà il territorio circostante. Autori delle immagini sono Annalisa De Luca, Piero Geminelli e Vittorio Di Valentino.

Dal 21 al 23 giugno ci sarà l’educational tour che vedrà la partecipazione di 7 giornalisti della stampa turistica nazionale e di 3 Tour operator. Il tour toccherà i 3 comuni e le principali emergenze storico-culturali, paesaggistiche e ambientali offerte dal territorio casauriense, alternate a tappe del “gusto”, nelle quali verranno proposte degustazioni di prodotti tipici connessi all’identità locale. I partecipanti saranno inoltre direttamente coinvolti nel percorso cicloturistico, partecipando a un evento dimostrativo su e-bike (biciclette con pedalata assistita) che toccherà alcune delle località incluse nel percorso.

Il Progetto ha dato grande rilevanza alla scuola con programmi didattici e laboratori sulla sostenibilità realizzati nei mesi scorsi. Tale iniziativa ha visto il coinvolgimento degli alunni di 13 classi provenienti dal territorio regionale, che hanno partecipato a visite guidate e laboratori sullo sviluppo sostenibile, e di 10 classi del territorio casauriense, che hanno partecipato a un concorso per raccontare e descrivere la storia, le ricchezze e le eccellenze del proprio territorio mediante la realizzazione di cortometraggi, documentari, fotografie del presente o del passato, composizioni letterarie e artistiche. Sono stati inoltre coinvolti gli studenti dell’ITC di Torre de’ Passeri per la realizzazione dei contenuti dei pannelli esplicativi che segnalano il percorso cicloturistico.

Terre di Casauria – Il sentiero della sostenibilità, promosso dai Comuni di Tocco da Casauria, Torre de’ Passeri e Bolognano, è realizzato da Il Bosso Soc Coop, organizzazione che opera da vent’anni nel settore del turismo di qualità e responsabile, gestendo diverse attività esperienziali e formative con l’obiettivo di diffondere la sensibilità ecologica e promuovere la conoscenza del territorio abruzzese, e da Ecomood, agenzia specializzata nella comunicazione ambientale e sociale e nella progettazione e organizzazione di eventi green.