UN GIOIELLO DEDICATO A D’ANNUNZIO NEL CENTENARIO DELL’IMPRESA DI FIUME


AVEZZANO – Il Vate e la sua poesia entrano nella collezione di un maestro orafo di Avezzano (L’Aquila), che ha aggiunto un nuovo tassello al suo album prezioso di racconti sull’Abruzzo che ogni donna e ogni uomo può indossare.

Questa volta la scelta è caduta su Gabriele d’Annunzio, scrittore, poeta, drammaturgo, giornalista e patriota e patriota italiano nato a Pescara e innamorato del suo Abruzzo.

L’orafo, che nel suo lavoro punta sempre a valorizzare le eccellenze e i simboli di questa regione creando dei monili unici nel loro genere, dopo Ovidio ha deciso di dedicare un ciondolo a d’Annunzio proprio nell’anno in cui si celebrano i 100 anni dall’impresa di Fiume.

“È stato un lavoro molto lungo”, dice in una nota l’artigiano, che nei suoi lavori parte sempre da una lunga fase di ricerca e sviluppo soprattutto dei dettagli, “di studio e ricerca del ciondolo che non solo rappresenta d’Annunzio ma vuole anche lanciare un messaggio attraverso le sue parole”.

Il simbolo del Vate potrà essere inserito nel bracciale I love Abruzzo o negli altri monili – orecchini, collane, portachiavi – della collezione in argento o in oro.

Due le frasi di d’Annunzio incise nel ciondolo “Io ho quel che ho donato” e “Ama il tuo sogno seppur ti tormenta” proprio per enfatizzare questa sua particolare vena poetica.

Il ciondolo, che è già molto richiesto non soltanto dagli abruzzesi ma anche dai tanti fuori sede che amano questa regione, sarà presentato a fine mese a Pescara proprio dove d’Annunzio è nato e ha vissuto i suoi primi anni di vita.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.