AL CONVENTO DI SAN GIULIANO RIPRENDONO LE VISITE GUIDATE SENSORIALI


L’AQUILA – Dopo l’arresto forzato dovuto all’emergenza sanitaria, dal 12 luglio riprendono le Visite di AquilArtes presso il Convento di San Giuliano a L’Aquila.

Situato a pochi chilometri dal centro storico della città e ritenuto uno dei più importanti centri abruzzesi di studi e spiritualità francescani, San Giuliano venne fondato nel 1415 e fu il primo Convento dell’Osservanza in Abruzzo. Acquisì notevole rilievo grazie alla presenza a L’Aquila dei massimi esponenti del movimento: San Bernardino da Siena, San Giacomo della Marca e San Giovanni da Capestrano. E’ oggi una preziosa testimonianza storico-artistica che arricchisce la già consistente proposta turistica della città.

Gli itinerari guidati interesseranno la chiesa barocca in cui è conservata la tavola dipinta di Saturnino Gatti raffigurante il Beato Vincenzo dell’Aquila (fine XV-inizio XVI secolo), il chiostro seicentesco e il “conventino” quattrocentesco, primo nucleo del complesso conventuale.

Durante la visita sarà eccezionalmente possibile ammirare alcune opere custodite nel Convento e solitamente non esposte al pubblico tra cui il cosiddetto “Trigramma Bernardiniano”, tavola dipinta del XV secolo appartenuta, secondo la tradizione, a San Giovanni da Capestrano.

Nel mese di luglio sarà possibile visitare il Convento nei giorni 12, 15, 17, 19, 20, 23, 25, 27 e 30 alle ore 11,00, alle ore 16,00 e alle ore 18,30.

Per garantire la migliore accoglienza ai partecipanti, è richiesta obbligatoriamente la prenotazione e i gruppi potranno avere il numero massimo di 15 persone.

Per informazioni e prenotazioni: Associazione AquilArtes, www.aquilartes.it, pagina https://www.facebook.com/AquilArtes/, 349-4542826 o aquilartes@gmail.com.

L’Associazione AquilArtes partecipa inoltre all’iniziativa promossa dalle Guide turistiche abilitate della città “L’Aquila, città territorio” e svolgerà, per chi ne farà richiesta su prenotazione, delle visite guidate dedicate a persone con disabilità visiva, ampliando così la proposta turistica del progetto.

La visita sensoriale della città, già svolta in passato con successo, è organizzata e preparata nei minimi dettagli in collaborazione con la Sezione dell’Unione Italiana Ciechi dell’Aquila. Durante la visita verranno dedicati momenti all’esplorazione tattile di supporti appositamente realizzati e, laddove possibile e concesso, anche di opere ed elementi architettonici originali.

L’Associazione AquilArtes è nata nel 2015 con l’intento primario di valorizzare e di divulgare le ricchezze storico-artistiche abruzzesi e aquilane. Gestisce attualmente il servizio di visite guidate e di visite didattiche presso il complesso conventuale di San Giuliano.

Nel corso degli anni, AquilArtes si è impegnata nella realizzazione di iniziative universalmente accessibili, con particolare riguardo alle disabilità sensoriali, divenendo, in questo ambito, un importante punto di riferimento sul territorio e facendo come proprio motto il pensiero di Hans Georg Gadamer “La cultura è l’unico bene dell’umanità che, diviso tra tutti, anziché diminuire diventa più grande.”

Nei mesi scorsi, durante la pausa forzata dovuta all’emergenza sanitaria, AquilArtes ha partecipato all’Edizione Straordinaria della Biennale Arteinsieme 2020 promossa dal Museo Tattile Statale Omero di Ancona – TACTUS Centro per le Arti Contemporanee, la Multisensorialità e l’Interculturalità, in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con la realizzazione di un video accessibile a persone con disabilità visiva e uditiva sulla storia del Convento di San Giuliano a L’Aquila.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.