“ARTE E NATURA”: RIFLESSIONI COLLETTIVE E PITTURA TRA I MONTI, CON QUATTRO ESCURSIONI PER DISABILI E NON

foto italianculturecentre.ca

L’AQUILA – Espressioni artistiche come il disegno e la scrittura, in un contesto naturale unico come le montagne dell’Abruzzo aquilano. Si può riassumere così, in estrema sintesi, il progetto di una giovane tecnica della riabilitazione psichiatrica, di un’associazione di promozione sociale e di una guida escursionistica.

Si chiama “Arte in natura”, ed è stato ideato dall’aquilana Maura Colamartini, sostenuta dall’associazione 180 Amici, che da anni si occupa di salute mentale e benessere di comunità, e dalla guida escursionistica Enrico Ciccozzi, anch’egli originario del capoluogo abruzzese.

Dall’11 maggio all’8 giugno cinque appuntamenti, tutti di sabato, avranno come scenario le meravigliose alture dell’aquilano: Rocca Calascio, Valle del Vasto, Prati del Sirente e Campotosto. L’obiettivo è avvicinare alla natura, attraverso poco impegnative ma suggestive camminate, gli associati della “180 Amici”, per lo più utenti o ex utenti del Centro di Salute Mentale, attraverso l’arte. Ma l’iniziativa vuole andare oltre: le escursioni, infatti, sono aperte a tutti, col fine di contaminare e integrare persone con disabilità nel contesto umano, naturale e artistico in cui si ritrovano.

“Arte e Natura” è un progetto più complesso di quanto possa sembrare ad una prima lettura, perché intreccia ambiti diversi che spesso viaggiano paralleli, come l’introspezione interiore e le espressioni artistiche, la natura e l’integrazione sociale delle persone con disabilità mentali.

“Vogliamo offrire la possibilità di fare attività all’aperto, con tutti i riscontri di benessere psico-fisico che si potranno avere – afferma a Virtù Quotidiane Maura Colamartini – in ogni appuntamento si approfondisce una diversa tematica. Cercheremo di conoscerci meglio, esplorando alcuni stati d’animo e atteggiamenti, in un contesto favorevole come la natura più profonda”.

Nello specifico, il primo appuntamento (sabato 11 maggio) avrà come scenario Rocca Calascio e vedrà protagonista la “semplicità e l’imperfezione come componenti fondamentali della bellezza”. Nella seconda escursione (18 maggio, Valle del Vasto) si parlerà della “impermanenza dell’esistenza come principio di armonia”, nel terzo appuntamento (25 maggio, Prati del Sirente) “aprirsi a diverse interpretazioni” e nell’ultima escursione (8 giugno a Campotosto), il tema cardine sarà “la quiete della gentilezza come atteggiamento verso noi stessi e gli altri”.

“Sostanzialmente, prima di iniziare la camminata faremo delle brevi riflessioni insieme – evidenzia la terapista – una volta terminata la camminata, invece, ci potranno essere libere espressioni artistiche in riferimento all’ambiente da cui saremo circondati e al tema dal quale siamo partiti. Porteremo noi tempere, pennarelli, colori, carta per scrivere e quant’altro”.

L’obiettivo di “Arte e Natura” è la contaminazione tra utenti della 180 Amici e persone esterne ai servizi della psichiatria, in un’occasione leggera e informale, in modo interattivo, piacevole e in un ambiente naturale.

Per ogni escursione la partenza prevista è alle 8 del mattino presso la sede dell’associazione 180 Amici, nell’ex ospedale psichiatrico di Collemaggio, con rientro nel primo pomeriggio “in modo che l’iniziativa non porti via tutta la giornata ai partecipanti”, sottolinea Colamartini. Ci saranno mezzi a disposizione per chi non ha l’auto. Per info e prenotazioni si può fare riferimento al 333-2128809.

“Crediamo che Arte e Natura sia da stimolo sia al benessere fisico, per la camminata e il contesto in cui ci si ritrova, sia a quello emotivo e psicologico, perché tratteremo di tematiche particolari”.

Insomma una sperimentazione ardita quella di 180 Amici, Colamartini e Ciccozzi, che punta a intrecciare salute mentale, arte, montagne, introspezione individuale e integrazione sociale. Una bella sfida, per una delle iniziative in montagna più originali organizzate in Abruzzo.