PERDONANZA, È IL GIORNO DELL’APERTURA DELLA PORTA SANTA


L’AQUILA – Inizierà alle 16,45 il pomeriggio che culminerà nell’apertura della Porta Santa della basilica di Santa Maria di Collemaggio, il momento più solenne della Perdonanza Celestiniana dell’Aquila, che segna l’inizio dell’indulgenza concessa da Papa Celestino V con la Bolla del 1294 e che durerà fino alla sera del 29 agosto.

A quell’ora 250 figuranti dei gruppi storici del territorio aquilano e della provincia dell’Aquila si disporranno in costume su un lato di viale di Collemaggio. Nel rispetto delle normative di contenimento del contagio covid-19, dei piani di sicurezza e delle disposizioni delle autorità competenti, lo svolgimento delle celebrazioni avrà delle caratteristiche particolari.

Alle 18,15 comincerà il trasporto della Bolla del Perdono (più esattamente, dell’astuccio in cui per secoli è stato custodito il prezioso documento papale). Il sindaco Pierluigi Biondi percorrerà viale di Collemaggio, partendo dall’incrocio con viale Crispi, insieme al presidente del Consiglio comunale, Roberto Tinari, con la Dama della Bolla, il Giovin Signore, la Dama della Croce, due carabinieri di scorta in alta uniforme e l’araldo civico che porta il gonfalone storico dell’Aquila. Arrivato sul palco antistante la basilica, il primo cittadino leggerà la Bolla del Perdono.

Alle 19 inizierà la Santa Messa Stazionale e alle 20 il cardinale Matteo Maria Zuppi aprirà la Porta Santa della basilica di Collemaggio, dando inizio al giubileo aquilano, il primo della storia.

L’accesso alla Porta Santa sarà libero per tutti, ricordando che il numero massimo delle persone che potrà stazionare all’interno della basilica è di 200; dovrà essere seguito un percorso obbligato che porta davanti alla Bolla esposta e al mausoleo del Papa Santo Celestino V. La basilica resterà aperta per tutta la notte fino a sabato sera, alle ore 20 circa.

Per accedere a viale di Collemaggio occorrerà prenotare i “braccialetti” attraverso il link reperibile sulla pagina iniziale del sito della Perdonanza celestiniana, www.perdonanza-celestiniana.it. Si possono prenotare i braccialetti gialli per percorrere viale Collemaggio e guardare i gruppi storici in costume disposti sul viale stesso, uscendo poi da via Caldora (non è consentito il percorso contrario), o i braccialetti verdi che permetteranno, oltre che di vedere i gruppi storici su viale di Collemaggio, anche di sedersi davanti alla basilica per la funzione religiosa delle 19.

Per accelerare le procedure di consegna dei braccialetti, i possessori dei biglietti ottenuti al momento della prenotazione potranno recarsi oggi, dalle 9 alle 14 in uno dei tre check-point allestiti al terminal di Collemaggio (piano terra), Villa Gioia (piazzale davanti alla sede comunale) e nel parcheggio del supermercato che si trova nell’area commerciale di fronte al cimitero.

Resta sempre possibile effettuare l’operazione di scambio biglietto-braccialetto a partire dalle ore 16,30 in uno dei due check point situati lungo viale Crispi, nella parte alta, all’incrocio con via XX settembre, e nella parte bassa vicino a porta Napoli.

I diversamente abili – diversamente rispetto a quanto indicato nei giorni scorsi – dovranno parcheggiare tutti al piano esterno del terminal di Collemaggio. Chi vorrà andare direttamente nei posti riservati davanti al palco per assistere alla Santa Messa Stazionale entrerà da via Caldora. Chi invece vorrà vedere i gruppi storici schierati lungo viale Collemaggio avrà a disposizione un bus navetta che, dal terminal, arriverà a viale Crispi. Anche per i diversamente abili occorre la prenotazione, sempre attraverso il link pubblicato sulla pagina iniziale di www.perdonanza-celestiniana.it.

Il bus navetta gratuito di collegamento tra il terminal e il centro storico effettuerà il seguente percorso: terminal, via Strinella, via Pescara, via Zara, via Signorini corsi fino largo Pischedda. Rientro: via Signorini corsi, via Castello, piazza Battaglione degli Alpini, viale Gran sasso, via Strinella, terminal di Collemaggio. Sarà in funzione dalle 8.40 alle 20,30, con una partenza ogni quindici minuti.

Fino al 30 agosto, dalle 18 all’1 del giorno successivo, sarà vietato il transito a corso Federico II e a piazza Duomo, con divieto di sosta. Lungo via XX settembre, a partire dall’incrocio con via Sant’Andrea in direzione villa comunale è vietato parcheggiare sui due lati della strada, con rimozione forzata, dalle 20 all’una del mattino successivo.

Transito e sosta vietati in via Josè Maria Escrivà, eccezion fatta che per i veicoli dell’organizzazione degli eventi. Dalle 11 alle 22 di domani e dalle 17 alle 22 del 29 agosto, in occasione del corteo della Bolla e del corteo di rientro, sarà vietata la sosta su via Caldora (tra il tunnel di Collemaggio e viale di Collemaggio), via Girolamo da Vicenza (tratto tunnel di Collemaggio e via Cencioni). Strade e piazze nell’area del corteo della Bolla del 28 e del corteo di rientro del 29 saranno chiuse in quei due giorni.

Le ordinanze con il dettaglio della circolazione nel periodo della Perdonanza, che comunque salvaguardano le esigenze dei residenti e pongono delle deroghe per gli autorizzati, sono pubblicate nell’area amministrazione trasparente del sito internet del Comune, all’indirizzo https://trasparenza.comune.laquila.it/archivio28_provvedimenti-amministrativi_0_456336_726_1.html.

Con ordinanza del sindaco, pubblicata alla pagina https://trasparenza.comune.laquila.it/archivio28_provvedimenti-amministrativi_0_456335_725_1.html, è stata disposta la sospensione dei cantieri, sia pubblici che privati, dalle ore 12,30 di oggi sulle seguenti strade: corso Vittorio Emanuele (da piazza Battaglione degli Alpini a Piazza Duomo), corso Federico II, piazzetta delle Acacie, viale Crispi, viale di Collemaggio. Fino al 30 agosto, tutti i cantieri pubblici e privati ricompresi all’interno delle mura cittadine e nelle immediate vicinanze della parte esterna delle stesse devono sospendere l’attività alle 17.

I fedeli sono tenuti a rispettare le indicazioni dei volontari riguardanti le misure anti Covid-19 e a munirsi di mascherina.

I fedeli ammessi alla celebrazione del 28 presieduta dal cardinale Zuppi delle ore 19 dovranno dotarsi, come detto, di braccialetto verde. Per le altre messe, invece, non sarà necessario il braccialetto ma bisognerà rispettare le indicazioni degli addetti alla sicurezza.

I fedeli ammessi alle messe saranno in tutto ottomila, 1.000 per ciascuna delle 8 celebrazioni che si susseguiranno fino alla chiusura della Porta Santa, la sera del 29 agosto.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.


Articolo soggetto a copyright, ogni riproduzione è vietata © 2022