BREAKING ITALY: LE NOTIZIE CHE DICONO TUTTI, MA DETTE BENE


L’AQUILA – L’appuntamento settimanale più atteso della stampa on line è di nuovo qui per voi (l’editore ha permesso, ma condividete l’articolo perché mentre vi scrivo mi guarda con disapprovazione).

Dopo aver esplorato due canali “piccoli”, nel mare di Youtube popolato da gamer da milioni di follower, oggi facciamo la conoscenza di uno dei padri di Youtube Italia, Alessandro Masala aka S.H.Y. (Shooter Hates You), fondatore del canale Breaking Italy.

Su questo canale è possibile osservare, quasi fossimo degli antropologi del web, l’evoluzione dei contenuti di youtube dell’ultimo decennio. Dal canale di un ragazzo di Cagliari che condivideva i suoi pensieri ad un contenitore di una striscia quotidiana che con le sue 140.000 visualizzazioni a video è diventato un vero e proprio media “giornalistico” di approfondimento.

I video si ispirano al modello anglosassone delle breaking news con uno stile informale e giovanile, ma hanno come caratteristica saliente l’approfondimento di altissima qualità che consente allo spettatore di avere una visione a 360 gradi sulle notizie del giorno.

Un vero e proprio fact checking presentato allo spettatore con ironia e con un sottotesto di analisi critica che non sfocia mai nell’adozione di un’opinione aprioristica. Da poco il canale, grazie allo sforzo del suo protagonista e della redazione, ha fatto un ulteriore salto di qualità con il breaking italy podcast, già alla seconda stagione. In controtendenza con la vulgata dominante in cui i contenuti sul web devono essere brevi e d’impatto il canale propone videointerviste a personaggi tra i più variegati (da Yotobi a Michele Boldrin o Massimo Cappato), dove l’informalità della chiacchierata rende scorrevoli fino a due ore di video a puntata.

La descrizione del canale recita “Breaking Italy è uno show online dal lunedì al giovedì nel quale Alessandro “Shy” Masala presenta e commenta le notizie più interessanti della giornata, presentandole come stimolo allo sviluppo di un pensiero critico” , ma potremmo dire che è l’informazione per i giovani fatta con l’etica del vecchio giornalismo.

Infine un dettaglio da non sottovalutare sono le live del venerdì in cui Alessandro Masala dialoga on line con i suoi follower radicando quel senso di comunità che però non ha nulla di elitario, ma dà il senso di un’oceanica compagnia di amici che passa del buon tempo insieme.

IL MEGLIO DI YOUTUBE DI QUESTA SETTIMANA

1 Giovanni Fois – LA FINE DI UN VIAGGIO INCREDIBILE – Da Milano a Capo Nord in Tesla

Un canale leggero, ma in questo video, che pur essendo un finale vuole stimolarvi a ripercorrere tutte le tappe del viaggio, sembra fare capolino una svolta più matura sia nei contenuti che nel modo di trasmetterli. Tanti muscoli ma anche tanta intelligenza.

2 Gio Pizzi – Dibattito TRUMP – BIDEN: Riassunto

Un filosofo in giro per Bologna dopo la quarantena. Nulla più di questo può essere descritto a parole.

3 Breaking Italy – Breaking Italy Podcast Ep1 – Yotobi

Non è il video più recente che potessi proporre, ma è il primo del ciclo di podcast di breaking italy, un format imperdibile da proporre in quella che è stata una settimana fiacca per i creators più interessanti.

Alessandro Minimo

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.