A CAMPO DI GIOVE UNA MOSTRA FOTOGRAFICA PER I 120 ANNI DELLA TRANSIBERIANA D’ITALIA


CAMPO DI GIOVE – Anche quest’anno, durante i giorni dei mercatini di Natale in programma a Campo di Giove (L’Aquila) da 7 al 10 dicembre, la Transiberiana d’Italia, linea storica che collega l’Abruzzo al Molise, sarà protagonista con ben otto treni (7 treni organizzati dall’associazione Le Rotaie ed uno dal Dopolavoro Ferroviario di Sulmona), che porteranno in paese circa 2.600 turisti.

A tal proposito Andrea Di Gregorio, un giovane campogiovese,  appassionato di strade ferrate fin da bambino e da 9 anni dipendente di Rete ferroviaria italiana (Rfi), società del gruppo Ferrovie dello Stato, durante il suo tempo libero fa ritorno nel suo amato paese alle pendici della Maiella, dove volontariamente si prende cura della piccola stazione ferroviaria, con pulizia costante, cura del verde nel periodo primavera/estate, facendola diventare un vero gioiello.

Il grande impegno e la dedizione quotidiana di Andrea fanno rimanere a bocca aperta turisti che si trovano a passare davanti la graziosa stazione e tutti quelli che arrivano a bordo dei treni turistici.

La linea, chiusa al servizio commerciarle l’11 dicembre 2011, ha riacquistato vigore grazie al progetto messo in campo da Fondazione Fs, denominato “Binari Senza Tempo” e si avvale della  collaborazione dell’associazione Le Rotaie Molise per l’ organizzazione dei treni turistici.

La linea, riaperta al servizio turistico il 17 maggio 2014, oggi richiama turisti da ogni parte d’Italia e non solo, tanto da far guadagnare all’Abruzzo la testa assoluta della classifica dei passeggeri grazie alle 14.374 presenze in 38 eventi per l’ anno 2016, registrando un aumento del 54%.

Quest’anno è stato celebrato un grande evento per la linea Sulmona–Isernia, ovvero il 120° anniversario della sua apertura. Dal 15 al 17 settembre infatti, vi è stata una grande festa che ha visto protagonisti tutti i comuni della linea.

Andrea ha preparato una grande accoglienza, vista anche l’inaugurazione del monumento proprio nel cortile della stazione, ed oggi, da grande appassionato ha pensato di valorizzare ancor di più questo capolavoro di alta ingegneria ferroviaria curando una mostra fotografica, che attraverso fotografie scattate da lui e reperite presso gli archivi dalla Fondazione Fs, potesse ripercorrere la storia di questa tratta da valorizzare sempre di più in quanto vettore di turismo e di sviluppo soprattutto per i comuni delle zone interne come Campo di Giove.

La mostra sarà allestita presso Palazzo Nanni nella pittoresca Piazza Duval, cuore del piccolo centro montano ai piedi della Maiella, dove ci saranno gonfiabili natalizi ed animazione per bambini ed a soli 150 metri dai mercatini di Natale, in piazza De Mastro.

È composta da 20 fotografie realizzate su pannelli rigidi, 4 pannelli fotografici suddivisi per aree tematiche (La Neve, Le antiche stazioni, I Ferrovieri di una volta e la Riapertura della linea al servizio turistico/Festeggiamenti 120 anni) e  completa infine di altro materiale storico che fa da contorno, come la documentazione gentilmente concessa da privati e ben 7 divise gentilmente concesse per l’ occasione da ferrovieri ormai a riposo.

Un viaggio unico all’insegna della storia di questa stupenda tratta ferroviaria che ancora oggi ha molto da raccontare, tenuta viva grazie all’impegno di Fondazione Fs, da associazioni, capofila Le Rotaie del Molise e dei volontari come Andrea che spendono il proprio tempo per riportare ai fasti strutture come queste indubbiamente strategiche per il turismo.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.