A PESCARA PASSEGGIO E CAFFÈ MA IL RISTORANTE SPAVENTA


PESCARA – Vie dello shopping e centri commerciali presi d’assalto, tanta gente nei bar e parecchia anche nei negozi, ma ancora timori rispetto ai ristoranti.

Nell’area metropolitana e, in particolare, nel centro di Pescara i cittadini vivono così il primo weekend dopo la fine del lockdown. Complice il bel tempo, in un sabato dal clima estivo, in tanti si sono riversati nelle vie del passeggio e sul lungomare, a piedi, in bici o con i monopattini, che nelle ultime settimane hanno fatto registrare un vero e proprio boom nel capoluogo adriatico.

La maggior parte delle persone sembra rispettare le misure preventive per quanto riguarda l’utilizzo delle mascherine e il distanziamento sociale. Nei negozi e nei bar viene garantito il rispetto delle prescrizioni, anche attraverso l’apposita segnaletica. Tra i negozianti c’è fiducia rispetto al futuro. In tanti, infatti, vanno in giro con le buste dopo aver fatto shopping. Stanno lavorando discretamente anche i bar che, viste le belle giornate, sfruttano soprattutto i tavoli all’aperto.

Timori, da parte dei cittadini, ci sono, invece, per quanto riguarda i ristoranti, che nonostante il distanziamento e l’adeguamento per rispettare le misure sembrano fare fatica a ripartire realmente.

Sostieni Virtù Quotidiane

Puoi sostenere l'informazione indipendente del nostro giornale donando un contributo libero.
Cliccando su "Donazione" sosterrai gli articoli, gli approfondimenti e le inchieste dei giornalisti e delle giornaliste di Virtù Quotidiane, aiutandoci a raccontare tutti i giorni il territorio e le persone che lo abitano.